Quantcast

Ravenna, sindaco de Pascale sull’incarico a Draghi: “un momento pericoloso di crisi può diventare opportunità per l’Italia”

Più informazioni su

“Al di là delle opinioni politiche, una crisi di governo nel frangente che stiamo vivendo è molto pericolosa per l’Italia. Personalmente ho collaborato lealmente con entrambi i governi presieduti da Conte, in particolare con il secondo, trovandomi spesso ai tavoli nazionali di gestione della pandemia. Al di là del merito dei singoli provvedimenti, che spesso ho condiviso e a volte criticato, credo vadano ringraziati il presidente del consiglio uscente e tutti ministri e le ministre per essersi dedicati con impegno alla Repubblica in un momento inedito ed estremamente complesso. Come è sempre successo negli ultimi anni, nei momenti più bui e difficili per il nostro paese, si staglia una luce di saggezza e di grandezza politica, quella del presidente Mattarella che anche in questo caso può trasformare un momento pericoloso di crisi in un’opportunità per l’Italia.” Così in una nota il Sindaco di Ravenna Michele de Pascale.

“Personalmente sostengo con convinzione il tentativo del presidente incaricato, il professor Mario Draghi. Le sue prime parole hanno declinato le giuste priorità, così come è stato giusto rivolgersi subito alle forze sociali e ai gruppi parlamentari. All’Italia serve una prospettiva che metta al centro crescita giustizia sociale, transizione ecologica e, giunti a questo punto, solo una guida autorevole, sostenuta dall’accordo e dall’impegno diretto delle forze europeiste presenti in parlamento, può garantirlo. Credo che a tanti, come a me, torni alla mente l’incredibile intervento fatto da Draghi nel 2012 in cui annunciava al mondo l’intervento della BCE per salvare l’Italia dalla speculazione finanziaria. Faremo tutto ciò che è necessario e sarà abbastanza. Ora la sfida è altrettanto impegnativa, siamo tutti e tutte chiamati a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per arginare la pandemia, vaccinare le persone e rilanciare l’economia, anche grazie alle risorse europee. E magari imparare tutti dagli errori del passato” conclude il primo cittadino.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dante

    La vedo nera..

  2. Scritto da Mirko

    La politica è morta da un pezzo, ieri l ennesima riprova
    Draghi non è altro che il più autorevole rappresentante degli interessi del mondo finanziario europeo, che nulla c’entra con gli interessi dei molti
    Renzi che è l esponente politico degli stessi interessi in Italia il suo sporco dovere lo ha fatto, cmq con tante complicità….spero almeno che abbia decretato la sua morte politica, ma al peggio non c’è mai fine

  3. Scritto da obezio

    A questo punto non ci resta che sperare che Draghi riesca a gestire la situazione. Non sono un tifoso dei politici sostenuti dai poteri forti, da Ciampi a Monti Draghi e il genio di Firenze Renzi. Purtroppo a questo punto ci sono questioni che richiedono un governo, ma appena si può subito elezioni, così ci libereremo di Renzi per sempre.

  4. Scritto da Hrmrd

    Già dimenticato il governo tecnico di Mario Monti di 10 anni fa? E la riforma Fornero delle pensioni? Sia Monti che Draghi hanno lavorato per Goldman Sachs una delle banche d’affari più grandi del mondo e certamente devote alla giustizia sociale.

  5. Scritto da batti

    hrmrd la differenza da monti è che monti è venuto dal dopo governo di destra (ladrona) in fallimento, questa cià 200 migliardi da giocarsi, se non ci fossero stati conte non cadeva, ma i soldini hanno svelato l aggressività del mondo politico ladrone. non ho certezze su draghi, ho solo certezze sulla lega renzi e forza italia, e ci metterei anche la meloni