Quantcast

Anche Casola Valsenio avrà un suo punto vaccinale ma solo per gli over 80

Più informazioni su

La popolazione casolana over 80 anni potrà essere vaccinata a Casola Valsenio. Lo ha annunciato il sindaco del paese collinare, Giorgio Sagrini, con un post su facebook.

“Allo scopo di evitare alla popolazione casolana in età superiore agli 80 anni disagi e difficoltà nell’accesso alla vaccinazione al di fuori del territorio comunale – spiega il sindaco -, d’intesa con i medici di medicina generale, con il personale infermieristico e sanitario casolano e con la Farmacia di Casola Valsenio, e potendo contare sulla fattiva collaborazione del volontariato, il Comune di Casola Valsenio ha chiesto e ottenuto dall’AUSL ROMAGNA il consenso ad allestire un punto di vaccinazione in loco”.

Il luogo messo a disposizione è la  Sala Don Guidani in Via Roma 78 e sarà attivo domenica 14 marzo per la prima dose e domenica 11 aprile per la seconda. In quelle due giornate funzionerà ininterrottamente dalle 9 alle 19.

Le prenotazioni per la vaccinazione si ricevono da domani, venerdì 26 febbraio, a giovedì 11 marzo, presso la Farmacia di Casola Valsenio (Via della Sorgente 1- tel. 0546 73942) nei seguenti orari:
ore 8.30-12.00 e 15.30-18 dal lunedì al venerdì e sabato mattina ore 8.30-12.00

All’atto della prenotazione della prima dose, avverrà automaticamente la prenotazione per la seconda dose.

Per prenotarsi non serve la prescrizione medica. Bisogna presentarsi con la tessera sanitaria, dalla quale risultano i dati anagrafici – nome, cognome, data e luogo di nascita – e fornire il numero di telefono di riferimento.

Chi avesse bisogno di essere accompagnato al punto di vaccinazione può rivolgersi al centro “Misericordia” e al Centro Auser “Le Colonne”, che si sono messi a disposizione per questo servizio con i propri mezzi e i propri volontari: (per info e prenotazioni: MISERICORDIA tel. 335429971 – COLONNE tel. 3703000710)

Per ricevere ulteriori informazioni e indicazioni le persone interessate alla vaccinazione verranno contattate dai Vigili del Fuoco Volontari. Sarà inoltre possibile rivolgersi al proprio medico di medicina generale.

Più informazioni su