Quantcast

Le varianti del virus preoccupano la Romagna. A Faenza molte scuole in didattica a distanza foto

Più informazioni su

Anche a Faenza i dati sul Covid non sono rassicuranti, come nel resto della provincia e della regione. il sindaco Massimo Isola, nel settimanale report sui dati della pandemia sottolinea: “dopo settimane di stabilizzazione dei dati, siamo di fronte ad un innalzamento dei contagi ancora lieve ma significativo, 282 positivi in più per la Romagna rispetto alla settimana precedente, 77 a Faenza che è passata dai 103 positivi di 15 giorni fa ai 180 della settimana scorsa”. ⁣⁣

“Ad oggi questa crescita – precisa il sindaco – non ha ancora avuto un riflesso sulle ospedalizzazioni ma si teme che il trend possa essere in ulteriore peggioramento a causa del diffondersi delle cosiddette varianti del virus che hanno un tasso di contagio più elevato e che sembra colpiscano principalmente la fascia d’età dei bambini e dei ragazzi”. ⁣⁣
⁣⁣
“Al centro dell’attenzione in questo momento ci sono perciò le scuole – aggiunge -. Anche a Faenza stiamo iniziando a vedere le conseguenze di questo legame tra varianti covid-ragazzi. Sono numerosi i casi di positività che costringono intere classi di ogni ordine e grado al monitoraggio tramite tampone. ⁣⁣Il drive through della Graziola non è mai stato così affollato di bambini e ragazzi come in questi giorni, con tempi di attesa che si sono purtroppo allungati, anche se, per fortuna, le quarantene di classi intere continuano ad essere limitate e rari i casi in cui il contagio si è diffuso. Ciò a conferma che le scuole sono ambienti generalmente sicuri mentre è nei contesti di frequentazione dei ragazzi al di fuori della scuola su cui occorrerebbe maggiore attenzione e prudenza. ⁣⁣Una raccomandazione sempre valida che mi sento di rivolgere ancora una volta alle famiglie”. ⁣⁣

Mai come ora quindi è importante che la campagna vaccinale prenda corpo e arrivi a coprire e proteggere quante più persone possibili.

“La novità importante – conclude Isola – è che partiranno a brevissimo i vaccini a tutto il personale scolastico. ⁣⁣Non sappiamo ancora il giorno esatto ma i vaccini sono già arrivati e a disposizione. Allo scopo sono stati coinvolti i medici di medicina generale, con i quali è stato stretto un accordo di collaborazione specifico. Invito perciò maestri, professori, educatori, operatori e collaboratori delle scuole di ogni ordine e grado e dei servizi educativi da 0-3 anni a contattare direttamente il proprio medico di base, unica modalità, questa, per prenotarsi. ⁣⁣Si tratta di una occasione davvero importante. Sono certo che il mondo della scuola risponderà alla grande”. ⁣⁣

Più informazioni su