Quantcast

L’artista ravennate Costantini su allestimento Festival di Sanremo: “Ecco perché non sono state messe le sagome di Patrick Zaky”

“Svelato il motivo per cui non sono state messe le sagome di Zaky al Festival di Sanremo… c’era in serbo questo meraviglioso allestimento”. Con queste parole, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, l’artista ravennate Gianluca Costantini polemizza sull’allestimento della sala del Teatro Ariston scelto per la seconda serata del Festival di Sanremo 2021, andata in onda ieri sera, 3 marzo. Palloncini. Mentre lui o qualcuno aveva proposto agli organizzatori evidentemente di mettere le sagome dello studente egiziano. Proposta rifiutata, o meglio, risposta a riguardo mai giunta, come spiega lo stesso Costantini.

Le sagome che raffigurano Patrick Zaky, lo studente dell’Università di Bologna in carcere da più di un anno in Egitto con accuse che annoverano anche la propaganda sovversiva su Facebook, sono infatti opera di Gianluca Costantini ed in questi mesi hanno fatto il giro di tutta l’Italia per portare avanti il suo messaggio di libertà: “Freedom for Patrick Zaki”.