Quantcast

Feste private, grigliate e sport in gruppo: i controlli del weekend pasquale a Ravenna

Multate 25 persone a Marina Romea

Diverse le segnalazioni per violazione delle normative anti-Covid giunte al comando della polizia locale di Ravenna, nelle giornate di domenica 4 e lunedì 5 aprile. L’episodio più grave si è verificato intorno alle 17 di ieri, nel locale ’Quartiergenerale’ di piazzale Torino, a Marina Romea, dove agenti della polizia commerciale, in abiti borghesi, hanno sanzionato 25 persone presenti nell’esercizio pubblico anche per il mancato uso della mascherina. Al vaglio provvedimenti nei confronti dell’attività.

Segnalazioni su feste private e grigliate sono arrivate invece il giorno di Pasqua in via Zalamella, a Lido di Dante e in serata in via Valgimigli e per tutto il weekend anche riguardo attività sportive di gruppo, non consentite, come in un parco di Mezzano dove alcuni ragazzi stavano giocando a basket e alla vista degli agenti sono fuggiti e a San Pietro in Campiano, dove una decina di ragazzi stavano giocando a calcio ed infine nel parco tra via Cà Bianca e Via Cella, a Carraie.

Mentre nella serata sempre di domenica, intorno alle 22, una Punto si è schiantata contro un palo della luce in via 56 Martiri. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, hanno trovato solo il veicolo, danneggiato e con gli airbag esplosi, il conducente invece era scappato.

“Il bilancio del weekend pasquale in provincia di Ravenna, tutto sommato, è stato positivo – spiegano dal comando della polizia locale di Ravenna – . Ci sono state diverse segnalazioni, ma nulla di particolarmente significativo eccetto l’episodio di Marina Romea. Diversamente da quanto temuto e visto anche il perdurare di una situazione ormai logorante per tutti, il ponte pasquale nella nostra provincia è trascorso in maniera ordinata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ale

    “…dove alcuni ragazzi stavano giocando a basket e alla vista degli agenti sono fuggiti e a San Pietro in Campiano, dove una decina di ragazzi stavano giocando a calcio…” mi viene il magone leggere queste cose nel 2021 .
    Spero finisca presto tutto ciò, veramente è assurdo e fuori da ogni logica umana sebbene ci sia giusta causa.

  2. Scritto da Danilo

    Dobbiamo dirigere ogni persona. Dobbiamo dirigere i loro pensieri e le loro azioni, le loro parole e i loro gesti, la loro filosofia di vita e le loro modalità di sussistenza, le loro relazioni sociali e i loro spostamenti.

  3. Scritto da massimiliano

    diamo la caccia ai ragazzini che giocano a pallone o a basket, costretti a fuggire perchè trattati come delinquenti mentre spacciatori continuano a fare il cavolo che vogliono. speriamo che finisca presto questo incubo.

  4. Scritto da batti

    in un certo senso danilo può avere ragione, tanti sacrifici per i giovani per salvare dai 50 in su, che abbiamo mangiato il loro futuro. in un certo senso per loro (i giovani) sarebbe una specie di autodifesa

  5. Scritto da ST

    Beh, se si pensa dell’assurdità di fare incontrare le persone nelle case (con le varianti particolarmente aggressive proprio nei luoghi al chiuso) e impedire invece attività sane e meno pericolose all’aperto (come il trekking, le camminate in spiaggia o in pineta, la mtb, il mototurismo)…
    …una partita di calcio o di basket, in effetti, è certamente più pericolosa di queste ultime e meno della visita-ai-parenti.
    Ma ormai da questo governo, è possibile attendersi qualcosa di intelligente in tema di contrasto alla pandemia?

  6. Scritto da Rio

    Come dice @Ale si prova una certa tenerezza verso i ragazzini o i bambini in questo momento di vita ma per i 25 a Marina Romea anche NO!!! Tra l’ altro già anno scorso Marina Romea è diventata un po terra di anarchia per i villeggianti e finti 2nde case..

  7. Scritto da Mauro

    Ora so che locale evitare in futuro

  8. Scritto da Claudio M.

    Beh, dei ragazzi “delinquenti” stavano giocando a basket….come vi permettete…..andate piuttosto al mercato tra le bancarelle a toccare tutta la merce esposta, oppure andate su un autobus stipato….non giocate a basket fa male al cervello di chi ci governa…..state in casa a rimbecillirvi con i computer.