Quantcast

Ravenna, scattano 20 verbali da 400 euro di multa per i trasgressori del coprifuoco di sabato sera

Più informazioni su

Nei giorni scorsi si sono svolte delle manifestazioni – non c’è altro termine – di protesta contro il coprifuoco con persone che si sono date appuntamento a Lugo, a Ravenna, forse a Cervia, per sforare l’orario delle 22, sfilare al grido di “libertà, libertà” e sfidare le regole stabilite dalle autorità per tutelare la salute pubblica. Analoghe iniziative si sono svolte in altre città del nostro paese.

A Lugo c’erano tante persone, molte venute da fuori, ed è finita con atti di vandalismo, sporcizia, vetri rotti, accuse e polemiche fra gli organizzatori, il sindaco e il Pd. Non è chiaro se verranno presi provvedimenti contro i trasgressori del coprifuoco.

A Cervia la manifestazione, a quanto risulta, è fallita. A Ravenna poche decine di persone si sono ritrovate sabato sera 1° maggio in Piazza Baracca, hanno risalito via Cavour e terminato la loro protesta in Piazza del Popolo. In base a quanto riferito dalla cronaca locale del Resto del Carlino venti dei manifestanti sono stati identificati e per loro sono scattati i verbali di contestazione della trasgressione.

Per tutti c’è la sanzione per non avere rispettato il coprifuoco, per diversi anche quella di non avere regolarmente indossato la mascherina. I verbali sarebbero da 400 euro, scontati a 280 se la sanzione sarà pagata entro 5 giorni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ST

    Io sono convinto che il coprifuoco alle 22 sia, ad oggi, una misura assurda, vessatoria, inutile, ingiustificabile ed anche vergognosa. Dimostrazione di un Paese nel quale le Istituzioni abbiano ormai rinunciato ad avere il controllo del territorio e dei comportamenti dei cittadini. Un insulto, però, nei confronti di quella maggioranza silenziosa (ma che ormai ha finito la pazienza) rispettosa delle regole.
    Detto questo (e forse proprio per questo), trovo vergognoso che chi manifesta contro il coprifuoco, lo faccia senza protezioni e senza distanziamento.
    E’ proprio e soprattutto a causa di chi non usa il cervello (e quindi non usa o si abbassa la mascherina quando si avvicina agli altri) se siamo impediti di fare anche cose di nessun pericolo. Con i loro comportamenti stupidi e pericolosi, i cosiddetti ‘no mask’, sono proprio quelli che prolungano e rendono più duri i provvedimenti del Governo nei confronti di tutti. Speriamo almeno che paghino le multe.

  2. Scritto da Riccardo

    Quindi a Ravenna, pochi, pacifici, ma sanzionati. A Lugo, a quanto afferma il sindaco, atti di vandalismo, vetri rotti e non si sa se verranno sanzionati. Mah

  3. Scritto da gigi

    il coprifuoco è una misura totalmente antiscintifica e priva di ogni senso per contrastare un virus. L’ultima volta è stata applicata durante la guerra dal duce

  4. Scritto da Direttore

    Gentile signor Gigi, ognuno può avere l’opinione che crede sul coprifuoco. “Antiscientifica” ci pare un giudizio più da scienziato che da semplice cittadino. Lei è scienziato? Nel qual caso sarebbe giusto che palesasse i suoi titoli. Le facciamo notare che nessuno ama il coprifuoco, ma si tratta di una misura di tutela di salute pubblica presa in situazioni di estrema gravità durante questa pandemia, non solo in Italia ma in tanti altri paesi, fra cui la Francia e la Germania. Quindi accostare questa misura alla dittatura è una palese forzatura. Il discorso del duce poi andrebbe lasciato da parte, visto che fu Mussolini a portare l’Italia in guerra, mentre qui la guerra ce l’ha dichiarata il virus. Tutti ne avremmo fatto volentieri a meno. LA REDAZIONE

  5. Scritto da Luca

    Il Dr. Falcinelli parla già adesso di un possibile terzo richiamo vaccinale data la diffusione delle varianti del virus, ma si sta ancora a parlare di no coprifuoco, no chiusure, no questo e no quello.

    Capisco l’averne le scatole piene, ma non siamo bambini piccoli che devono essere seguiti a ruota da mammina. Ci sono delle regole? Le si rispettano, punto. In questo modo si uscirà prima, e meglio, dallo spiacevole contesto in cui ci troviamo. A fare invece ciascuno come gli pare, si rischia di andare alle calende greche. Preferirei di no, grazie.

  6. Scritto da Andrea

    Mi dispiace Direttore ma dire che nominare la parola dittatura sia una forzatura

    è veramente incredibile , quindi tutto quello che sta accadendo si può giustificare con un emergenza infinita .Si ricordi che non siamo in guerra .
    Comunque si ricordi che chi emette questi assurdi decreti ne pagherà le conseguenze

  7. Scritto da alan

    Coprifuoco= demenziale
    Una serata di pesca in solitaria . nel capanno che fu dei miei avi, di sicuro non contagio nessuno , se non me stesso , dovendo rispettare il coprifuoco..
    Demenziale.
    Per fortuna , se la salute mi assiste , con tanta malinconia , sperando che l Italia non vada a ramengo.
    imbarco tutti i miei beni, saluto la Romagna natia, che oramai non e’ piu’ casa mia.
    Dello spirito brigante del Passatore , delle rime di Argia Sbolenfi , si son perse le traccie.
    Addio alle Valli, scriveva profeta Serantini.
    Meglio l’esilio, che l’oblio.

  8. Scritto da C.

    Domanda per il sig. Alan: saluta la Romagna, dice, e dove va’? Pensa che in un altra zona (o stato) sia meglio? Ma segue le notizie dal mondo?

  9. Scritto da Giovanni lo scettico

    Gentile Alan, le consiglio di trasferirsi in India. Pare che là facciano tutte le manifestazioni che vogliono.

  10. Scritto da Maria

    Hanno istituito il coprifuoco proprio perché di notte ci sono stati più assembramenti senza mascherine. Quando non c’è una Guardia i topi ballano.

  11. Scritto da Ermes

    @alan,
    “…saluto la Romagna natia, che oramai non e’ piu’ casa mia.
    Addio alle Valli… Meglio l’esilio, che l’oblio.”

    Siamo nel Paese di Dante e Lei, con il Suo sfogo mi fa tornare in mente un certo CATONE
    Arrivederci!

  12. Scritto da Alan Fuschini

    Grazie a tutti per i consigli, son sempre bene accette, dove ancora non so , del resto l esilio non è l’idillio.
    Di sicuro vicino ad un fiume , un mare o un lago , che sia il Gange , il Missisipi o il lago Bajkal ancora non so.
    Quello che so che porterò con me , non me né voglia Dante , i Sonetti Romagnoli, non certamente delle commedie, divine o meno che siano, ne ho viste , ascoltate già abbastanza.
    A s”avesum d’anghe, ma as divertessun!

  13. Scritto da gigi

    caro Direttore, non ci vuole uno scienziato per capire che se esco dalle 22 alle 5 per andare da parenti o amici , che frequento anche di giorno, non c’è nessuna differenza. Negli Stati Uniti, in Russia e in tanti altri paesi del mondo non c’è.
    Visto che lei mi chiede i titoli , le chiedo quali sono i suoi titoli per affermare che il coprifuoco è funzionale, visto che non esite nessuno studio medico a riguardo e il CTS ha chiaramente detto che non è stato consultato.
    cordiali saluti