Quantcast

Punta Marina. Fil di ferro legato fra due pali nella pista ciclabile, incidente scampato per un soffio

Incidente scampato per un soffio ieri sera sulla pista ciclabile a Punta Marina, quando alcuni ciclisti per poco non rovinavano a terra dopo aver impattato contro un filo di ferro teso sulla pista.

Sul gruppo “Sei di Punta Marina se” infatti un utente segnalato la questione: “Volevo avvisare di prestare attenzione nella pista ciclabile nel curvone delle ‘Delizie Azzurre’. Ieri sera a mezzanotte siamo incappati in un filo di ferro legato fra due pali (invisibile vista l’ora). Per poco non ci sfracellavamo per terra. C’erano 4 Ragazzini sui 13/14 anni che sono saltati fuori e quando hanno visto che tornavamo indietro sono scappati nel villaggio Teodorico. Abbiamo immediatamente sporto denuncia quindi c’è la segnalazione. Volevo solo avvertire tutti. Stavolta è andata bene…”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sentinella

    Che brutta cosa! Pericolosissimo, tanto piu che la pista ce’ tutta al buio. Che il comune non programmi neppure di illuminarla e’ davvero una grave mancanza

  2. Scritto da Diavolo

    Bestie minorenni crescono

  3. Scritto da Rusty

    Adesso è colpa del Comune anche per questi sfigati qui. Bah.

  4. Scritto da Lucio

    La madre dei cretini non è mai sterile.

  5. Scritto da Piemme

    Non sono bestie minorenni che crescono… se effettivamente erano ragazzini di 13/14 anni, cosa facevano ancora in giro a mezzanotte? Le bestie sono i genitori che non si preoccupano di sapere dove sono i figli ancora minorenni a quell’ora. Se verranno identificati i primi da punire sono i genitori.

  6. Scritto da Stufo

    @ sentinella se è per quello nella nuova lottizzazione di via Antica Milizia la pista ciclabile che va appunto da via Milizia all’isola ecologica (via Don Carlo Sala) e che sarebbe il logico proseguo di quella che c’è già oltretutto asfaltata e che permetterebbe a tutti i residenti della zona di raggiungere la propria abitazione senza passare per via dei Poggi. Ma no, sarebbe stato troppo logico e ben fatto ed infatti è stata lasciata in conglomerato ghiaioso, un eufemismo per non dire incompleta e pericolosa (per risparmiare due soldi) Provate a frenare sulla ghiaia, oltre tutto siamo in città e l’amministrazione fa sempre pomposi proclami per la mobilità sostenibile e poi non asfalta neppure le piste ciclabili. INDECENTE

  7. Scritto da Giovanni lo scettico

    Di lì i vigili non passano mai.

  8. Scritto da Fabio

    Sono contento che non si sia fatto male nessuno. Dispiace per questi ragazzi che non trovano passioni o altri divevertimenti.spero sia solo una bravata ma ragazzi appassionatevi allo sport alla musica al divertirvi in amicizia,altrimenti non avrete futuro

  9. Scritto da PA

    Il problema è serio e non solo a Punta, io vorrei sapere dove sono tutti i Navy Sails del tempo del lockdown che come mettevi il naso fuori di casa ti stanavano?
    E’ la prova che se si vuole la sicurezza si può ottenere…
    Gioventù bruciate proprio.

  10. Scritto da Giovanna F.

    Fabio, sono d’accordo su tutto tranne il fatto che sia una bravata, si poteva fare male davvero qualcuno, magari un bambino.
    Dobbiamo smettere di definire “bravata” ogni atto potenzialmente pericolosissimo e delinquenziale.