Quantcast

Emma Petitti (Regione) su vaccini e personale scolastico: “Serve l’obbligo. Chi non si vaccina resti a casa”

Più informazioni su

“Adesso è il tempo della massima responsabilità da parte delle istituzioni e delle prese di posizione chiare. Presidi, corpo docente e personale scolastico devono essere vaccinati per garantire la piena sicurezza della scuola”. Così in una nota, Emma Petitti, presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna, su scuola e vaccini.

“Serve l’obbligo, in modo tale da azzerare la soglia dei restii al vaccino, che fortunatamente non è maggioritaria, ma comunque determinante – ha aggiunto -. Non possiamo più correre il rischio di negare agli alunni il diritto allo studio in presenza, sarebbe una vera e propria assurdità, dal momento che abbiamo uno ‘scudo’ per proteggerci”.

Secondo la presidente dell’Assemblea legislativa: “evitare la didattica a distanza deve essere in cima alle priorità del Governo. Lo dico senza mezzi termini, non possiamo permetterci altri mesi di lezioni davanti agli schermi di telefonini, tablet o computer. La pandemia ci ha aiutato a capirne l’utilità, a farne uno strumento di apprendimento aggiuntivo, ma non sostitutivo”. Per questo, “ora che abbiamo i vaccini a disposizione e che la campagna sta procedendo spedita, mi auguro con tutto il cuore che l’ipotesi di un prolungamento della Dad anche in autunno sia ampiamente scongiurato”.

Per Petitti “la scuola non può essere in balia di chi tratta la scienza e la medicina come dei complotti, dei prodotti di chissà quale disegno diabolico. Le ‘correnti’ dei No Vax producono un danno gigantesco per l’intera collettività, non soltanto per se stessi. Chi non si vaccina resti a casa”.

Fonte: Ansa Emilia Romagna

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stufo

    Cara lei signora, signora purtroppo per lei non si tratta di negaziinismo o no Vax. Esistono opinioni di ricercatori e medici di fama internazionale che smontano le vostre certezze oltre al fatto che detti vaccini sono ancora in fase di sperimentazione (che terminerà non prima della fine del 2022)e che fino a prima della pandemia L’FDA statunitense aveva sempre negato l’approvazione per la messa in commercio di medicinali con Rmna proprio perché mai testati a lungo termine sull’uomo. Lei cara signora ha mai visto un bambino afflitto da una malattia genetica? Sa che purtroppo ad oggi i danni al DNA non possono essere curati, sa che entro ottobre almeno 10 terapie farmacologiche di cura (non vaccini) saranno approvate dall’Ema?

  2. Scritto da Marsin

    Caro stufo invece di scrivere ca…si informi.di quale sperimentazione parla se è vero che sono 30 anni che si studiano vaccini come quello per Covid.d’accordo sull’obbligo della vaccinazione e chi non si vaccina rimanga a casa senza stipendio!!e chi viene ricoverato e non è vaccinati paghi le spese ospedaliere .

  3. Scritto da Maria

    Vietato parlar male dei vaccini. Brutta situazione!

  4. Scritto da jack

    Meno male che c’è Stufo che conosce le cose così come stanno veramente e che prova a farci capire che le opinioni dei suoi ricercatori e medici di fama internazionale sono la verità, mentre il resto dei medici del mondo sono solo al servizio delle multinazionali e ci raccontano menzogne. Grazie Stufo, continua a crederci almeno tu, io se devo sopravvivere ai disastri delle vaccinazioni per ritrovarmi con gente come te inizierò ad informarmi come fare per avere la terza dose.