Quantcast

Zona Galilei, circa 30 interventi per allagamenti. Residente: “Puliamo da stanotte. Rigonfiamenti a porte e pareti”

Il forte maltempo di questa notte, tra lunedì 20 e martedì 21 settembre, ha causato gravi allagamenti in molte abitazioni del Comune di Ravenna. Circa trenta le famiglie che hanno subito danni, come riferito dai Vigili del Fuoco ad Elena Morigi, una residente di via Gerberto Arcivescovo, in zona Galilei, che intorno alle 4 del mattino ha richiesto l’intervento dei pompieri per bloccare l’avanzamento dell’acqua dentro la sua abitazione.

“Ci siamo ritrovati con l’acqua in casa e senza luce, alla quattro di notte – spiega Elena Morigi, sentita dalla redazione – . Quando abbiamo chiamato i pompieri, questi ci hanno comunicato di avere più di trenta segnalazioni, più di trenta famiglie a cui si era allagata casa, sempre nella nostra zona. Quattro anni fa ci è capitata la stessa cosa; al tempo l’allagamento fu la conseguenza di una disfunzione dell’idrovora, un problema legato quindi al sistema fognario. Mi è difficile pensare che trenta famiglie si siano ritrovate sott’acqua per motivi individuali e non ci sia un fattore comune, anche questa volta di malfunzionamento delle pompe.”

allagamenti

“Dalle foto è possibile vedere il livello raggiunto dall’acqua – continua Elena Morigi -, chiaramente tutto ciò che si trovava per terra è ormai irrecuperabile. Porte e pareti hanno subito rigonfiamenti. Non è possibile ritrovarci ancora in queste condizioni, sono ore da questa mattina che ripulisco di melma la tavernetta”.

allagamenti

Elena ha già contattato un avvocato per capire se ancora una volta il motivo di questi allagamenti è da imputare ad un malfunzionamento della idrovora. Altre segnalazione sono arrivate in redazione. Residenti sempre della zona che, intorno alle tre del mattino, hanno visto i piani terra o interrati riempirsi d’acqua e si sono subito attivati per bloccare il flusso, richiedendo anche l’intervento dei vigili del fuoco.

allagamenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni lo scettico

    La prossima volta che vi arriva da pagare il consorzio di bonifica fatevi una domanda.

  2. Scritto da Lorenzo

    Cara signora, le consiglio di fare richiesta di danni al comune, le daranno istruzioni su come fare la denuncia per i danni. Sono un po’ lunghi ma poi pagano. Rimane da capire e fare appurare se poi il comune si rivale su chi ha causato il fanno,

  3. Scritto da Roberta

    “malfunzionamento della idrovora”, ma di chi è la competenza e chi controlla e gestisce le manutenzioni?

  4. Scritto da Luca

    L’idrovora era spenta! Via dei poggi con 30 cm di acqua nelle strade e tombini scoperchiati. Ore 4.42 è stata azionata, sono andato di persona in quanto anch’io avevo già l’acqua in casa e ho sentito il rumore che è stata azionata in quell’orario…ci sarà un registro con l’orario di accensione? Sicuramente non verrà mostrato a nessuno….ad ogni modo ho la foto scattata a quell’ora anche se non serve a niente. Rientrato a casa dopo il sopralluogo, ore 4.45 circa, le strade erano tornate alla normalità…casa mia e dei miei vicini NO…sono intervenuti i VVF …COME GIÀ ACCADUTO NEL NOVEMBRE 2017. Disponibile a chiedere nuovamente i danni…come nel 2017…se esiste un gruppo, noi siamo 3 famiglie che vorremmo aggiungerci.