Quantcast

Avis Ravenna. Sabato 25 settembre viaggio in moto tra E-R e Toscana per celebrare la ricorrenza Dantesca

Più informazioni su

Un viaggio in moto tra Emilia-Romagna e Toscana, lungo la “Via degli Dei” (Bologna-Firenze) e “Il Cammino di Dante” (Firenze–Ravenna), per sensibilizzare i cittadini ai valori di solidarietà di AVIS. Si tratta di #dantESCOinMOTO2021, l’ultima iniziativa proposta dal Gruppo Giovani AVIS Provinciale Ravenna per sabato 25 settembre, in onore del legame che univa Dante Alighieri ai territori tosco-emiliani.

L’evento è rivolto a tutti i gruppi motociclistici ed agli appassionati delle due ruote, ma punta a coinvolgere anche le Associazioni (di volontariato e non) e le attività commerciali dei territori interessati. Proprio per questa occasione, infatti, il Guzzi Club Ravenna, gli amici di GIROinGIRO e l’Associazione “Il Cammino di Dante” si uniranno alle AVIS regionali di Toscana ed Emilia-Romagna, insieme alle relative consorelle.

Per i bikers romagnoli, la partenza è fissata per le ore 8 a Lugo (piazza Baracca) in direzione Casalfiumanese (Bo), dove i partecipanti si uniranno alla carovana proveniente dall’Emilia per partire tutti insieme verso Firenze (arrivo previsto per le 13 circa). Dopo la sosta per il pranzo, i motori si riaccenderanno alla volta di Ravenna, città in cui Dante trascorse i suoi ultimi anni di vita; qui l’arrivo è previsto per le ore 18,30 circa presso il locale “Serafina” (via Mariani), accanto alla tomba del Sommo Poeta.

Per partecipare, è necessaria la pre-iscrizione qui: bit.ly/3BBq9eK

La quota di partecipazione (20 euro) include colazione e pranzo al sacco, aperitivo e gadget ricordo dell’iniziativa.

Patrocinato da AVIS Emilia Romagna, AVIS Toscana, l’evento è realizzato in collaborazione con Tatì Hotel, Serafina, Il Cammino di Dante, Guzzi Club Ravenna, GIROinGIRO, Motoclub Francesco Baracca, PneusTecnica e si inserisce nell’ambito del progetto FilRouge di AVIS Nazionale, anch’esso patrocinatore, ed è reso possibile dalla collaborazione con il Ministero dell’Interno e la Pubblica Assistenza che contribuiranno alla sicurezza in strada dei partecipanti.

Più informazioni su