Quantcast

Il maltempo colpisce duramente bassa Romagna e Ravennate: campi allagati e danni a vigneti e frutteti

Campi allagati, vigneti e frutteti martoriati da pioggia e vento forti, danni a capannoni e abitazioni. E’ il primo bilancio del maltempo di ieri, 26 settembre,  stilato da Cia Romagna, che questa mattina ha effettuato una ricognizione fra i propri associati.

Le conseguenze più pesanti si sono registrate nelle zone della bassa Romagna e nel ravennate. Nella prima sono stati segnalati vento molto forte e concentrazioni di pioggia, in alcuni casi con grandine mista ad acqua. La grandine ha colpito la zona di Alfonsine, in particolare nelle frazioni di Filo e Longastrino. Si contano danni anche per i campi allagati e su qualche capannone e tetto.

Anche a Ravenna si sono registrate precipitazioni e vento forti. Il maltempo ha colpito più duramente i viticoltori ancora impegnati nella vendemmia, che avranno sicuramente danni alla raccolta e subiranno il marcimento dei grappoli. Il vento forte ha spazzato i frutteti facendo cadere le mele spesso già colpite dalla grandine, e ci si aspetta di riscontrare ulteriori danni e rotture sui pomi meno sviluppati.

“Ancora una volta siamo costretti a riscontrare gli effetti drammatici di fenomeni climatici sempre più estremi – osserva Danilo Misirocchi, presidente di Cia Romagna -. I danni di ieri si aggiungono a quelli provocati in questi mesi dalla siccità, ed è evidente che eventi di maltempo violenti come questi non servono a risolvere il problema della carenza generale di piogge. Come Cia Romagna monitoriamo costantemente il territorio e ribadiamo la necessità di attuare al più presto una strategia di conservazione della risorsa idrica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    sagge parole: CONSERVAZIONE DELLA RISORSA IDRICA.-Una volta in campagna, era uso mettere contenitori sotto le grondaie per conservare acqua, che serviva per irrigare orti e anche fare bucato.-Adesso la maggior parte delle grondaie scaricano nelle fogne: sarebbe acqua preziosa !!!! Ora sarebbe utile che nelle campagna si costruissero laghetti per la raccolta dell’acqua, sempre piu scarsa.- Faccio molti viaggi nelle zone aride del Mondo e vedo sempre di piu che ogni villaggio, ha il suo bel laghetto per abbeverare bestie e per irrigare.- Soluzione ottimale, a quanto poi ci dicono.-