Quantcast

Ravenna. I Carabinieri individuano il responsabile degli imbrattamenti “No Vax”

I Carabinieri del Nucleo Informativo del Comando Provinciale, a seguito di un’articolata attività d’indagine, hanno individuato e denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ravenna, un 37enne del posto, ritenuto responsabile dei numerosi imbrattamenti e danneggiamenti di hub vaccinali, farmacie, istituti scolastici e sedi sindacali, avvenuti nelle ultime settimane nelle province di Ravenna e Forlì-Cesena.

Ravenna. I Carabinieri individuano il responsabile degli imbrattamenti “No Vax”

In particolare, a partire da fine estate sono stati una quindicina gli episodi consistiti in scritte effettuate con vernice rossa, sulle tensostrutture vaccinali, su edifici pubblici (scuole) e privati, sulle aree antistanti le farmacie nonché nelle immediate vicinanze delle sedi sindacali (episodio avvenuto nella notte antecedente alla manifestazione di Roma dello scorso 9 ottobre, conclusasi con l’irruzione nella sede centrale della CGIL). Le scritte in argomento riportavano in tutti i casi, parole contro l’obbligo vaccinale e il green pass, nonché contro la politica del Governo sulla gestione della pandemia.

Ravenna. I Carabinieri individuano il responsabile degli imbrattamenti “No Vax”

A seguito di ciò, i militari del Nucleo Informativo hanno avviato un’attività di analisi ed intelligence che ha consentito, in poco tempo, di raccogliere inconfutabili elementi di responsabilità a carico dell’ indagato, che oggi è stato sottoposto a perquisizione delegata dalla Procura di Ravenna che ha concordato sulle ipotesi investigativa avanzate dall’Arma. Sono stati rinvenuti e sequestrati materiale informativo, cartaceo e propagandistico che sarà esaminato per il proseguo delle indagini e l’identificazione di eventuali complici.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni lo scettico

    Purtroppo non gli faranno niente.

  2. Scritto da Andrea

    Vaccinatelo

  3. Scritto da Viola

    Mi auguro gli vengano addebitate tutte le spese di ripulitura, oltre ad un ammenda notevole per imbrattamento di suolo pubblico. Come pena consiglierei vivamente i lavori socialmente utili. Chissà che non riesca a comprendere il rispetto dei luoghi pubblici e delle persone che li vi lavorano. Oltre a comprendere che si possono avere idee diverse, senza per questo danneggiare gli altri moralmente, e imbrattare fisicamente luoghi che sono di tutta la comunità.

  4. Scritto da armando

    ..e a questo, cosa gli facciamo ??? un puffetto sulla guancia e pure tante scuse ?? Una bella e facile pena: servizi sociali..pulire le fognature di tutta la citta, ora otturate da foglie e aghi di pino !!!Naturalmente con un bel cartello attaccato al collo…IO SONO NO VAX..cosi tutti vediamo chi è..!!!

  5. Scritto da batti

    37 anni, mahhh. questo sig? avrà ancora tempo per crescere? so che la vita si è allungata, crescerà prima che il tempo finisca?? avra bisogno di aiuto! ma servirà l aiuto? a so un pataca, tante domande per un invurnì.stì incìcui in rimigia.

  6. Scritto da Gattorosso

    Raccontateci qualcosa su questo simpaticone, mica nome e cognome, sapere di che si occupa a grandi linee, perché ha fatto questo piuttosto che andare in piazza con gli altri tre quattro sfigati.

  7. Scritto da Fede

    Adesso lo prendo in custodia io il 37enne e lo raddrizza io…. così impara a rispettare ciò che non è suo ma di tutti