Quantcast

È morto Antonio Graziani, storico giornalista della Rai. Raccontò Ravenna e la Romagna

È morto ieri, 18 ottobre, il giornalista ravennate Antonio Graziani, all’età di 86 anni. Volto noto della tv, aveva lavorato per la Rai come corrispondente da Ravenna ed è stato direttore dalla sua fondazione di Ravegnana Radio.

I funerali si terranno giovedì 21 ottobre nella Basilica di Santa Maria Maggiore, con partenza dalle 14 dalla camera mortuaria di Ravenna.

Il ricordo di Antonio Patuelli, Ernesto  Giuseppe Alfieri e Libro Aperto

Antonio Patuelli, Presidente della Cassa di Ravenna Spa e Ernesto  Giuseppe Alfieri, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, ricordano l’impegno culturale di Antonio Graziani in collaborazione di Cassa e Fondazione per numerosi libri e filmati che ha curato, in particolare su: “Ravenna – Immagini del ‘900”, “La Romagna della Via Emilia”, “La Riviera Adriatica dell’Emilia Romagna”, “Bologna e la sua Provincia”, “Lo sfondamento della linea gotica”, “Lo sfondamento della linea gotica – vol II”, “Come eravamo noi italiani – vol.1 e vol.2”.
La Cassa Spa e la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna – affermano Antonio Patuelli ed Ernesto Giuseppe Alfieri – esprimono commossa gratitudine ad Antonio Graziani per l’apporto assai qualificato che ha fornito alle iniziative culturali della Cassa e della Fondazione.

Antonio Patuelli ricorda in particolare “la grande passione di Antonio Graziani nella ricerca storica, soprattutto negli archivi delle “Teche” RAI e anche nella Fonoteca di Stato, sempre alla ricerca di documentazioni emblematiche di significati civili e morali di memoria storica validi anche per il futuro”.

Gli amici di Libro Aperto ricordano commossi Antonio Graziani, giornalista e raffinato uomo di cultura, che ha collaborato con la serie nazionale di Libro Aperto in particolare con ricerche storiche di alto significato civile e morale, in particolare con la realizzazione di quattro DVD (che sono usciti come supplemento a numeri della rivista, in particolare su Enrico De Nicola-Giuseppe Saragat-Luigi Einaudi, Benedetto Croce-Alcide De Gasperi, Salvatore Valitutti e Giovanni Malagodi-Giovanni Spadolini.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aldo

    Condoglianze.