Quantcast

Ordinanza per Notte d’oro: vietata vendita per asporto e consumo bevande in vetro o lattine. Prorogato orario per piccole attività musicali

Durante la 15^ edizione della Notte d’oro – Spazi aperti 2021, prevista per venerdì 22 ottobre, sarà in vigore l’ordinanza che vieta la vendita per asporto e il consumo di bevande in bottiglie di vetro, lattine e altri contenitori atti ad offendere e che disciplina gli orari di svolgimento delle attività di piccolo trattenimento musicale nell’ambito del centro storico, delle principali strade limitrofe e in area darsena.

L’obiettivo dell’ordinanza è quello di favorire e offrire un’atmosfera gioiosa e un momento di svago a turisti e residenti in un periodo che continua ad essere non facile per l’intera comunità.

La zona interessata è quella del centro storico e delimitata ai lati dalle vie Maggiore, San Mama e Ravegnana fino alla rotonda Irlanda, mentre, per quanto riguarda la darsena, sono coinvolte le vie Darsena e Trieste fino a via Spina, via Spina, via Miserocchi, viale Bosi Maramotti e via Cavalcoli. Il divieto di vendita per asporto e di consumo sarà in vigore dalle 20 di venerdì 22 ottobre e fino alle 5 di sabato 23 ottobre.

Sono tenuti all’osservanza del divieto i titolari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, di attività commerciali di vendita, compresa la vendita con distributori automatici, di attività artigianali operanti nel settore alimentare (gastronomie, rosticcerie, pizzerie da asporto ecc.), dei circoli privati, nonché di attività di commercio su area pubblica.

Sono esclusi dai divieti il servizio di somministrazione e il consumo al tavolo negli spazi specifici organizzati per l’attività di somministrazione/ristorazione, individuati con assoluta chiarezza.

Le violazioni al divieto di vendita comportano sanzioni pecuniarie in misura ridotta pari a 400 euro, mentre quelle al divieto di consumo prevedono una sanzione amministrativa pecuniaria in misura ridotta pari a 200 euro.

I piccoli trattenimenti musicali

I titolari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che intendono effettuare attività di piccolo trattenimento musicale potranno protrarne l’orario fino alle 2 di sabato 23 ottobre sia all’interno, sia all’esterno del locale, qualora siano in possesso di concessione di occupazione suolo pubblico e di specifica valutazione di impatto acustico firmata da un tecnico abilitato competente in acustica, nonchè nel rispetto dei limiti di immissione sonora previsti dalla normativa; i piccoli spettacoli sono esonerati dalla presentazione della comunicazione all’Amministrazione comunale; potranno inoltre essere collocate all’interno dell’area esterna autorizzata, nel rispetto della normativa igienico-sanitaria, piccole attrezzature, tipo erogatrici/spillatrici di bevande o banchi per la somministrazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Danilo

    contagi in aumento a ravenna…