Quantcast

Ludovico Tersigni querelato per il post Instagram in cui invitava a “boicottare” locale di Marina di Ravenna

L’attore Ludovico Tersigni, protagonista della serie Netflix “Summertime”, girata in diverse località della riviera romagnola, tra cui anche a Marina di Ravenna, è stato querelato dal titolare del Matilda Disco Touchè per un post pubblicato su Instagram ritenuto gravemente diffamatorio, dove Tersigni invitava gli utenti a “boicottare” il locale.

La vicenda risale a questa estate, come si legge su Il Resto del Carlino, in edicola oggi, 1° dicembre, quando le discoteche avevano appena riaperto dopo le chiusure imposte dalla pandemia. L’attore romano in quei giorni si trovava a Marina di Ravenna per girare la serie Netflix e durante una delle serate trascorse nella località ravennate, con gli altri colleghi del cast  aveva fatto visita al locale. Stando alle dichiarazioni di Tersigni riportate il giorno dopo su Instagram, l’attore era stato vittima di “un’aggressione verbale e fisica” arrivata quale “ciliegina sulla torta di una serata di m…” per mano di “individui in maglietta nera e auricolare senza nessuna ragione” e aveva concluso la nota invitando i followers a “boicottare” e con frasi del tipo “non ci andrò mai più, non andateci mai più”.

C’era stato uno scambio di commenti tra il 26enne, oggi anche presentatore del talent show ’X Factor’, e il titolare del Matilda, nel vano tentativo di risolvere la faccenda che tuttavia, dopo, ha portato alla querela contro Tersigni, depositata direttamente in procura. Oggi, stando a quanto riferito dal legale del locale, il procedimento sarebbe in attesa di definizione di primo grado.

L’attore, tornato sui suoi passi, aveva poi cancellato il post e si era scusato: “Non è giusto infangare un intero posto per una sola persona…sappi che quando le acque si calmeranno a me farò molto piacere ritornare, assolutamente senza alcun astio nei confronti del vostro lavoro ed operato!”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da garbino

    Bisognerebbe vedere come il post è stato effettivamente scritto, ma se ragioniamo così, con quello che viene scritto su tripadvisor le procure dovrebbero essere piene di querele dei ristoratori. E’ legittima la critica negativa ad un locale purché non trascenda

  2. Scritto da Enki

    denuncia per libertà di parola ahahahah ridicoli