Quantcast

Patrick Zaki sarà scarcerato, anche se non assolto. de Pascale: “Importanti questi due anni di mobilitazione”

Rettore dell'Alma Mater: "Primo segnale positivo in questa vicenda che si protrae da troppo tempo"

Patrick Zaki, lo studente egiziano detenuto al Cairo da ormai 22 mesi, sarà scarcerato anche se non è stato ancora assolto dalle accuse: lo hanno riferito alla stampa alcuni avvocati al termine dell’udienza a Mansura. La notizia si legge su Ansa.it.

Urla di gioia da parte della famiglia e degli attivisti hanno accolto l’annuncio della scarcerazione di Zaki, che non era in aula al momento dell’annuncio. All’esterno dell’aula del tribunale c’erano in attesa il padre, la madre, la sorella, gli amici e alcuni attivisti. Con una nota di Palazzo Chigi il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, esprime soddisfazione per la scarcerazione di Patrick Zaki, la cui vicenda è stata e sarà seguita con la massima attenzione da parte del Governo italiano.

Zaki potrebbe essere liberato già oggi, anche se al momento non si hanno certezze.  La prossima udienza si terrà il primo febbraio. “Abbiamo appreso che la decisione è la rimessa in libertà ma non abbiamo altri dettagli al momento” spiega la legale Hoda Nasrallah.

Siamo felici per la scarcerazione di Zaky – commenta così la notizia il sindaco di Ravenna, Michele de Pascale –  Si tratta di un risultato che tutti ci auguravamo e aspettavamo con ansia, ma che lascia immutata la preoccupazione per il proseguimento del processo. Penso siano stati importanti questi due anni di mobilitazione fianco a fianco delle istituzioni, con Università e Comuni, con la società civile, con intellettuali ed artisti direttamente impegnati.”

Ora comunque il processo va avanti e la vicenda di Patrick, aggiunge il sindaco, “ci deve essere da monito per continuare a combattere contro le violazioni dei diritti umani che continuano ad essere perpetrate in molti luoghi del mondo”.

“PatrickZaki verrà rilasciato, uscirà dopo 668 giorni dal carcere dove è stato detenuto, privato della sua libertà e voglia di studiare e conoscere il mondo, come aveva iniziato a fare a Bologna da ricercatore. Patrick non è assolto, ma torna libero ed è una notizia che riempie di gioia e commuove la forza di questo giovane uomo e della sua famiglia. – afferma in un post su Facebook Ouidad Widy Bakkali, consigliere comunale Pd di Ravenna – La mobilitazione è stata importante, necessaria per ottenere questo risultato, tenendo accesi i riflettori sulla vicenda senza mai calare l’intensità della luce e facendo arrivare a Zaki il sostegno di milioni di persone in italia e nel mondo. Oggi alle ore 18 inaugura la mostra alla Art Gallery Niart Ravenna di piazza Anastagi, The Social Drawing, mostra dell’artista e attivista ravennate Gianluca Costantini, il cui ritratto di Zaki ha popolato tantissimi luoghi e città in Italia e nel mondo”.

“Dopo 22 lunghissimi mesi di prigionia – dichiara il rettore dell’Università di Bologna, Giovanni Molari – il nostro studente Patrick Zaki potrà finalmente uscire dal carcere: è un primo segnale positivo in questa vicenda che si protrae da troppo tempo. Quello di oggi è un passo avanti importante dopo quasi due anni di detenzione, soprattutto perché permetterà finalmente a Patrick di abbandonare le opprimenti condizioni di vita dettate dalla reclusione e ritrovare i suoi affetti e la sua famiglia. Sappiamo bene però che non è finita: il processo a carico di Patrick continua. E di conseguenza continuerà anche il nostro impegno e la nostra mobilitazione.”

“L’Università di Bologna ha lottato fin dal primo giorno, fin da quel lontano 7 febbraio 2020, perché i diritti di Patrick Zaki fossero rispettati e per ribadire il nostro sostegno ai diritti fondamentali della persona, alla libertà di parola e di insegnamento, e il valore ineguagliabile del pensiero critico. Oggi siamo pieni di gioia per Patrick e per i suoi cari. Ma continueremo a lottare e a farci sentire fino a quando non potremo accogliere nuovamente Patrick a Bologna. Fino a quando la sua grande comunità, quella dell’Alma Mater, non potrà nuovamente riabbracciarlo” conclude il rettore.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bi

    Caro sindaco bene x lui ma forse le sue priorità dovrebbero essere la tozzi e i suoi dipendenti

  2. Scritto da batti

    queta notizia ti fa alzare bene la mattina e proseguirla meglio,sono felice

  3. Scritto da batti

    bi, questo è altrA COSA