Scritte no vax al Drive-through di Lugo. Il Sindaco: “Una triste comparsata”

La presidente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna Proni: "Mancanza di rispetto nei confronti degli operatori sanitari"

Più informazioni su

Imbrattato il Drive-through di Lugo con scritte no vax, che il sindaco Davide Ranalli ha definito “deliranti”.

“Ecco la triste comparsata dei gruppi No vax che cercano visibilità – ha commentato il primo cittadino -. Rinnovo la mia massima gratitudine e solidarietà ai sanitari e a tutti i volontari che in questi giorni stanno svolgendo con abnegazione un super lavoro per smaltire l’enorme richiesta di tamponi da parte della cittadinanza frutto dell’aumento dei contagi. Grazie!”

Anche i sindaci dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna condannano fermamente gli atti vandalici compiuti nella notte  presso il drive through di Lugo: “Imbrattare delle pareti, per di più in modo anonimo e vigliacco, non sottende nessuna libertà di espressione, ma solo mancanza di senso civico – dichiara la presidente dell’Unione Eleonora Proni, a nome di tutti i sindaci -. Qui è dove gli operatori sanitari, insieme a tanti volontari, stanno facendo tutto il possibile per gestire una situazione estremamente complessa. Persone che rinunciano a ferie e riposi per mettersi al servizio del prossimo, in condizioni anche difficili per via dell’enorme carico di lavoro. Aggiungere questo sfregio è dunque anzitutto una mancanza di rispetto nei loro confronti”.

“A nome di tutti gli amministratori della Bassa Romagna – conclude la presidente -, esprimo la massima solidarietà agli operatori sanitari e ai volontari ogni giorno impegnati nel contrastare la pandemia e nel fare in modo che la situazione sia gestita al meglio”.

Più informazioni su