GdF sequestra oltre mezzo kg di droga tra eroina e hashish nella pineta di Tagliata di Cervia

I finanzieri della Tenenza di Cervia, al termine di un’attività di indagine d’iniziativa, svolta al fine di contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti perpetrato all’interno della pineta di Tagliata di Cervia, nei giorni scorsi hanno arrestato, in flagranza di reato, un pregiudicato cinquantatreenne, originario della Campania ma da tempo domiciliato a Bellaria, sorpreso nell’atto di detenere a bordo della propria auto, oltre 550 grammi tra eroina e hashish.

I militari, a seguito di specifiche segnalazioni pervenute nel mese di dicembre scorso da parte di singoli cittadini e associazioni del territorio, hanno intensificato l’azione di controllo a contrasto dei traffici illeciti nel tratto segnalato, ovvero quello antistante l’arenile demaniale di Cervia nella pineta tra Tagliata e Pinarella.  In tale contesto, i finanzieri della locale Tenenza nella tarda mattinata dello scorso 4 gennaio, proprio in località Tagliata di Cervia, hanno intercettato una vettura condotta da un uomo gravato da precedenti di polizia, che alla vista dei militari, ha comunque cercato di dileguarsi lanciando dal finestrino alcuni oggetti.

droga

La droga sequestrata

La pronta reazione dei finanzieri ha permesso di bloccare l’automezzo e recuperare, immediatamente, due involucri contenenti oltre duecento grammi di eroina pura. Nel corso della successiva attività di perquisizione dell’automezzo effettuata anche con l’ausilio delle unità cinofile antidroga di Ravenna, sono stati rinvenuti, abilmente occultati nel vano della ruota di scorta, ulteriori tre panetti di hashish, dal peso complessivo di circa trecentoquaranta grammi nonché un coltello a serramanico ed un flacone di metadone.

Al termine delle operazioni l’uomo è stato arrestato dalle Fiamme Gialle per detenzione di sostanze stupefacenti e porto d’armi abusivo e l’arresto è stato quindi convalidato dal competente G.I.P. del Tribunale di Ravenna, che ha disposto la prosecuzione della detenzione cautelare in attesa del processo.