Quantcast

Inaugurata a Pisignano di Cervia, la “Porta di comunità”, spazio di ascolto, supporto e accompagnamento per tutti i cittadini

Più informazioni su

È stata inaugurata questa mattina, 15 gennaio, a Pisignano di Cervia, la “porta di comunità”, alla presenza di volontari e cittadini, e in particolare dell’assessora alla sanità e welfare Bianca Maria Manzi, del direttore di distretto sanitario provinciale Roberta Mazzoni, della referente del progetto Daniela Poggiali, della sezione di comunità del comune di Cervia Cristina Zani e Laura Giorgini, dei presidenti delle associazioni referenti del progetto Paolo Pistocchi Aps Francesca Fontana, Anna Altini CdZ 5, Agostino Biondi Asd Grama Pisignano Cannuzzo e Gianni Grandu che ha coordinato questa prima parte del progetto, in rappresentanza delle associazioni territoriali.

Le Porte di comunità sono spazi di ascolto, supporto e accompagnamento per tutti i cittadini. Queste realtà, assieme all’Amministrazione comunale, si propongono di attuare azioni di contrasto alla solitudine involontaria e progetti di welfare di comunità in linea con gli specifici bisogni identificati sul territorio.

Gli operatori e i volontari coinvolti si impegneranno a generare relazioni di buon vicinato promuovendo occasioni di incontro e partecipazione, in modo da sostenere concretamente tutti coloro che versano in condizioni di fragilità e isolamento. Fare compagnia a soggetti soli, offrire supporto per la spesa, fare piccoli lavoretti domestici, ritirare e distribuire eccedenze alimentari, ritirare ricette, consegnare farmaci a domicilio, curare piante e piccoli animali domestici sono solo alcuni dei servizi che le Porte di comunità porteranno avanti all’interno dei quartieri di riferimento.

L’obiettivo è costruire relazioni e diffondere la cultura del welfare generativo, con l’obiettivo di creare relazioni tra le persone, a sostegno e supporto di chi ha bisogno e di tutta la comunità.

In effetti, si è arrivati a questo progetto, innanzitutto partecipando bando, che è stato accolto dall’amministrazione comunale di Cervia; poi, per molti mesi, in sinergia tra associazioni, enti e Asl, si è lavorato per implementare questo progetto, e trovare una soluzione anche al medico di base. Tutto ciò, è stato frutto di incontri e dialogo costante fino a trovare una soluzione che integrasse questo progetto sociale con quello sanitario. Infatti già dal giorno 8 del mese di novembre 2021, si è potuto dare avvio a questa nuova esperienza di integrazione sociale e sanitaria.

Oggi, è stata anche l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno creduto e si sono spesi per poter dare avvio a questa nuova esperienza importante per la comunità. Dal prossimo 2 febbraio per due volte alla settimana – il lunedì mattina e mercoledì pomeriggio – saranno nei locali i volontari per far partire anche il progetto sociale “Porta di Comunità”.

L’assessora al Welfare Bianca Maria Manzi ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti della risposta ottenuta dal nostro progetto, nato in seno al Welfare dell’Aggancio, che in questi anni ha diffuso in città importanti semi di solidarietà, che si stanno sviluppando. In particolare, in questa porta di comunità di Pisignano, che si è saputa integrare da subito con esempio positivo che rappresenta la vera novità di questa porta, per l’aspetto sociale con quello sanitario; una vera innovazione che con questa introduzione si possano intercettare e trovare risposte i bisogni sociali. Sono questi semi, che dimostrano una grande partecipazione di molte realtà che, insieme al Comune, vogliono costruire relazioni, fare rete e diffondere la cultura del welfare generativo, con l’obiettivo di creare relazioni tra le persone, a sostegno e supporto di chi ha bisogno e di tutta la comunità”.

Più informazioni su