Quantcast

Polizia Locale Ravenna. Il 2021 in numeri: 114.687 veicoli controllati, 349 patenti ritirate e 2001 incidenti rilevati, oltre 2.700 i controlli ambientali

Oggi, giovedì 20 gennaio, si celebra la ricorrenza di San Sebastiano, patrono e protettore della Polizia Locale. Come da tradizione, in questa occasione, vengono diffusi i dati relativi all’anno appena trascorso.

Nel 2021, la Polizia Locale di Ravenna è stata impegnata in innumerevoli controlli quotidiani: 120.274 ore di controllo del territorio che hanno portato a 114.687 veicoli controllati con relativo conducente; 349 patenti ritirate; 274.857 verbali per infrazioni al Codice della Strada e 60 verbali amministrativi per violazioni dell’art. 186 per guida sotto l’influenza dell’alcool e 186 Verbali per Notizia di reato. I mezzi pesanti controllati sono stati 458 e 142 le violazioni accertate.

Gli incidenti stradali rilevati (No CID) sono stati 2.001, di cui 22 mortali. 1.503 i procedimenti eseguiti dalla Polizia Giudiziaria di cui 241 denunce e querele; 19 persone arrestate e 459 i fermi per identificazione. Anno impegnativo anche per la Polizia Edilizia che ha eseguito 1.065 controlli; rilevato 810 violazioni e 8 sequestri. Gli agenti dell’Area di Polizia Amministrativa hanno effettuato 4.066 controlli e 1.243 verbali. Infine per l’Area Ambiente e benessere animale sono stati 2.762 i controlli ambientali e 1.427 le violazioni rilevate. (i dati si riferiscono alla complessiva attività delle Polizie locali di Cervia, Ravenna, Russi, dell’Unione della Bassa Romagna, dell’Unione Faentina e della Polizia provinciale)

“I dati evidenziano ancora una volta quanto la Polizia Locale di Ravenna (che conta 422 agenti in servizio e 46 in servizio stagionale) sia quotidianamente impegnata sul territorio per tutelare la sicurezza e garantire il rispetto delle norme di civile convivenza dei cittadini, in collaborazione con le altre Forze dell’ordine” commentano dal Comune di Ravenna.

Il vicesindaco di Ravenna Fusignani: “importante ricordare il ruolo insostituibile che le Polizie locali svolgono per l’ordine e la sicurezza delle nostre città”

Oggi il calendario celebra la ricorrenza di San Sebastiano, patrono delle Polizie locali. Non potendo come negli anni precedenti onorare la festa con iniziative pubbliche – afferma il vicesindaco con delega alla Polizia locale Eugenio Fusignani – mi preme ricordare l’importante ruolo delle Polizie locali in quanto polizia di comunità e di prossimità, una garanzia per i cittadini e per le forze di polizia a competenza generale che sanno di poter contare su uomini e donne preparati, efficienti e disponibili. Si tratta di un ruolo che i nostri agenti svolgono nell’ambito amministrativo e come insostituibile ausilio al sistema di ordine e sicurezza pubblica che nel nostro contesto è ottimamente coordinato dal Prefetto Enrico Caterino. Le nostre città e le nostre frazioni sono molto più sicure grazie alle Polizie locali che garantiscono presenza, capacità d’intervento e supporto a Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza, sgravati così da molti compiti e quindi più liberi e in grado di occuparsi del loro principale compito d’istituto: il controllo del territorio e del contrasto alle attività malavitose che coinvolgono anche le nostre realtà. Agli uomini e alle donne con le mostrine con le torri civiche e ai rispettivi Comandi, a partire dalla Polizia locale di Ravenna, un grazie di cuore per il tanto lavoro svolto a favore delle nostre comunità e l’augurio per riconoscimenti e soddisfazioni sempre maggiori”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco

    Due conti: 422 vigili hanno fatto 120274 ore di controlli in un anno, significa una media di 285 ore di controllo per vigile all’anno. Se una giornata lavorativa di un impiegato comunale è (credo) di 6 ore, significa che ogni vigile ha fatto controlli 48 giorni in un anno; facciamo però che in una giornata lavorativa i controlli vengano effettuati solo per metà della giornata, allora diventano 96 giorni su base annua che sono stati su strada.
    Poi, sempre quei 422 vigili hanno controllato 114687 veicoli, significa che ogni vigile ha controllato 270 veicoli nell’anno; se, al netto di ferie, in un anno ci sono circa 200 giorni lavorativi, risulta come media 1,35 veicoli al giorno per singola unità.