Quantcast

Viabilità e sicurezza di Classicana e Ss Adriatica: le sedi stradali saranno ampliate e rifatto il cavalcavia di Porto Fuori

Martedì 18 gennaio si è riunito il Consiglio comunale di Ravenna. Durante la seduta (per chi volesse vederla http://bit.ly/archivio-sedute-cc) il Consiglio ha approvato due delibere per migliorare la viabilità e la sicurezza di Classicana e statale Adriatica

Le delibere, presentate dall’assessora all’Urbanistica e ai Lavori pubblici Federica Del Conte, consentiranno il miglioramento della viabilità da parte di Anas, per un investimento complessivo di circa 100 milioni di euro, sulla Classicana in direzione del porto e sull’Adriatica nel tratto riguardante lo svincolo della Statale 309 dir.
Le sedi stradali saranno ampliate, saranno eliminati alcuni accessi a raso, il cavalcavia sulla Classicana a Porto Fuori sarà rifatto aggiungendo una ciclopedonale.

L’approvazione avrà efficacia di variante urbanistica al Poc, apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità e urgenza delle opere e comporterà la modifica del Prg 2003 in alcuni elaborati.

Sono intervenuti nel dibattito delle due delibere: Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna-Polo civico popolare); Cinzia Valbonesi (Pd), Renald Haxhibeku (Pd).
Il gruppo Lista per Ravenna-Polo civico popolare, annunciando il voto favorevole, ha voluto comunque ribadire che la tangenziale di Ravenna era attesa da molti anni e che sarà realizzata un’opera calibrata su città di media grandezza, non paragonabile alle importanti tangenziali di Cesena e Forlì.
Il gruppo Pd ha sottolineato che l’iter autorizzativo è stato molto complesso coinvolgendo diversi enti, ma che si è arrivati ad un risultato che porterà ad un sensibile ammodernamento infrastrutturale e stradale a servizio del porto e non solo, rendendo più sicura la circolazione e più competitivo il territorio.

Nella stessa seduta è stata anche approvata all’unanimità la delibera la delibera presentata dall’assessora Federica Del Conte, riguardante il rilascio dell’autorizzazione alla costruzione da parte di Enel distribuzione Spa di una linea elettrica interrata a Fosso Ghiaia, fra l’idrovora e il Fosso Vecchio, che sostituirà l’elettrodotto esistente.
L’autorizzazione avrà efficacia di variante urbanistica e comporterà la modifica del Prg 2003 nell’elaborato Poc 13 “Ricognizione vincoli espropriativi e dichiarazioni di pubblica utilità”.
La delibera non comporta oneri finanziari a carico del Comune e l’intervento in progetto eliminerà l’interferenza della linea con strutture private, migliorerà la sicurezza e la qualità della linea elettrica ed eliminerà l’impatto paesaggistico.