Ravenna. Violano il divieto di campeggio e i Daspo Urbani. La Questura gli vieta l’accesso nell’area limitrofa a Via Travaglini

La Polizia Locale di Ravenna ha notificato il provvedimento emesso il 23 marzo dalla Questura di Ravenna con il quale si vieta l’accesso, per un anno, nell’area limitrofa a Via Travaglini ad una famiglia di nomadi spesso dimorante in tale luogo. L’area è perimetrata dalle vie Trieste, Scolo Lama, Via Destra Canale Molinetto e Via Travaglini.

Il provvedimento, come si legge nel dispositivo, è stato emanato a seguito delle numerose e persistenti violazioni, tutte accertate dagli agenti della Polizia Locale di Ravenna (6 nel corso dell’anno 2021), in merito al divieto di campeggio al di fuori degli spazi individuati per tale attività (art. 15 Regolamento di Polizia Urbana) ed ai relativi ordini di allontanamento, così detti DASPO Urbani, previsti dal D.L. nr. 48 del 2017 “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”.

Si legge inoltre che la reiterazione della condotta illecita contribuiva a generare “diffuso sentimento di insicurezza tra gli esercenti della zona”, dovuto anche allo stato di “degrado ed alle compromesse condizioni igienico ambientali” causate dalla condotta assimilabile a campeggio posta in essere dallo stazionamento di autocaravan di famiglie di nomadi.

La persona cui è diretto il provvedimento, inoltre, risultava sottoposta ad Avviso orale emesso, nel 2019, dal Questore di Ravenna e gravata da diversi precedenti di polizia per reati di diversa tipologia (quali ad esempio violazione delle norme che regolano l’ingresso sul territorio nazionale, reati contro il patrimonio e la persona, la fede pubblica, l’ordine pubblico, la pubblica amministrazione, nonché in materia di circolazione stradale).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    Ancora loro ?? pochi giorni fa erano nel parcheggio del LIDL a Ponte Nuovo.- Avevano fatto un banchetto con prodotti o presi dai cassonetti oppure dal Lidl, visto che al
    l’interno c’erano 4 ragazzini che aprivano tranquillamente le confezioni

  2. Scritto da batti

    avevano proprio bisogno di carta per pulirsi

  3. Scritto da Giovanni lo scettico

    Scusate, “violazione delle norme che regolano l’ingresso sul territorio nazionale” significa che questi nomadi sono stranieri? Nel caso, perchè non vengono rimpatriati?

  4. Scritto da AS

    ALLELUIA! Era ora non se ne poteva più questo degrado e di vedere certa cacarera

  5. Scritto da (San) Michele

    Esprimo la mia solidarietà personale alla “persona cui è diretto il provvedimento”.
    Ma vi rendete conto dello stato di turbamento psicofisico col quale sarà stata costretta a convivere, da 3 anni a questa parte, dopo aver ricevuto il temibile “avviso orale emesso nel 2019 dal Questore di Ravenna?!?!? 😳

    P.S.: Ennio Flaiano direbbe che la cosa è grave ma non seria, ma purtroppo – nella repubblica delle banane nella quale viviamo – è reputata seria ma non grave.