Piscina comunale di Ravenna: c’è l’accordo tra gestori e Comune, resterà aperta fino ad ottobre

Più informazioni su

È stato raggiunto un accordo tra il Comune di Ravenna e i gestori della piscina comunale, la società Pool 4.0 che negli scorsi mesi aveva dichiarato di non riuscire a garantire l’apertura dell’impianto a causa dell’aumento dei costi delle bollette e paventava la prossima chiusura.

Il Comune di Ravenna, dopo un primo contributo di 50 mila euro, ne ha messo a disposizione un secondo, l’importo non è ancora stato esplicitato. Lo rende noto Il Resto del Carlino in edicola oggi.

Sono così salvi i corsi di nuoto e i cre estivi che molte società sportive organizzano durante i mesi di giugno, luglio ed agosto e che coinvolgono centinaia di bambini.

Salvi anche i posti di lavoro di 17 lavoratori. L’accordo prevede che la piscina resti aperta fino ad ottobre, quando si aprirà poi il bando per i lavori che riqualificheranno l’impiano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Emanuele

    Scusate, e dopo ottobre? Ravenna senza piscina?

  2. Scritto da Direttore

    Signor Emanuele, immagino che da qui a ottobre cercheranno di trovare altre soluzioni per il futuro. Il nuovo progetto dovrebbe essere realizzato senza la chiusura della piscina in ogni caso. Ma a breve cercheremo di saperne di più. LA REDAZIONE

  3. Scritto da (San) Michele

    Oramai la piscina è diventata un juke box: affinché continui a “suonare”, occorrono continuamente “gettoni”!
    Col piccolo particolare che, al denaro cash ricevuto in inverno dal Comune, i gestori hanno potuto affiancare – col bene placito dell’Amministrazione – il maggiore gettito derivante dagli aumenti delle tariffe ed il beneficio sui consumi derivante dall’aver potuto ridurre gli orari di apertura!
    Oltre che utente della piscina sono anche un contribuente e, come tale, mi interrogo sulla sostenibilità di una situazione del genere, visto che questi contributi erogati a fondo perduto dal Comune sono soldi pubblici finanziati anche dalle mie tasse.
    L’impennata dei costi per l’energia e per i carburanti la stiamo sperimentando tutti, non solo i gestori della piscina!
    Eppure – a noi comuni mortali – nessuno finora ha prospettato, come soluzione, delle sovvenzioni pubbliche a fondo perduto!

    Quanto al bando per la nuova piscina, nell’articolo si indica che sarà pubblicato in autunno ma, se anche fosse, questo non cambierebbe di una virgola il problema, dal momento che per avere un nuovo impianto servirebbero comunque anni e dunque il problema delle bollette resterebbe sul tavolo (anche nel caso si cerchi e poi trovi una “soluzione tampone”, come prospettato dal Direttore nei commenti)!
    Facile prevedere che ad ottobre la piscina chiuderà per la manutenzione annuale, per poi non riaprire, se non previo inserimento di ulteriore gettone!

    Il tutto, è bene chiarirlo, sulla pelle dei lavoratori della piscina che – loro sì – sono le vere vittime di questa vicenda.
    Senza dimenticare le società sportive e gli utenti, ai quali viene preclusa ogni possibilità di programmazione.
    Vicenda gestita molto molto male.

  4. Scritto da Mattia

    Ma quanto pessimismo! Dai, sappiamo bene come filano lisci gli appalti ed i lavori portati avanti dal Comune: anni per un ponte sopra un qualsiasi canale, appalti bloccati per interdittiva antimafia delle ditte, lavori al ribasso che poi non finiscono …su siamo positivi per una volta 🙁

  5. Scritto da (San) Michele

    Intanto da ieri all’ingresso della piscina c’è un cartello con scritto: gli abbonamenti scadono il 31 ottobre….
    A pensare male si fa peccato, ma ci si azzecca!