Fiabilandia accoglie 1000 ucraini, tra adulti e bambini, per una giornata all’insegna della spensieratezza

Oggi, 27 maggio, Fiabilandia ha aperto le porte all’Associazione Culturale Europea Italia-Ucraina Maidan e accolto un gruppo di circa 1000 ucraini tra adulti e bambini.

“Vista la realtà così difficile che questo popolo sta attraversando, come realtà aziendale e in particolare per quello che rappresentiamo, non potevamo restare indifferenti e da subito ci siamo mossi con l’Associazione Maidan per cercare di organizzare una giornata di puro divertimento e spensieratezza soprattutto per i più piccoli, nel tentativo, se pur minimo, di distrarli da un momento così complesso. Già in altre occasioni il nostro Parco ha accolto gratuitamente ragazzi e famiglie in difficoltà, come accaduto con famiglie terremotate o altre situazioni complesse e in generale, per policy aziendale, abbiamo una politica di prezzi molto ridotta per gruppi e Associazioni che si occupano di specifiche problematicità” dichiara Osvaldo Paci, Direttore di Fiabilandia.

fiabilandia

Ad accogliere l’Associazione e i suoi ospiti anche l’Assessore alla Protezione sociale del Comune di Rimini Kristian Gianfreda. “Questa bella giornata promossa da Fiabilandia è l’ennesima conferma della sensibilità e dello spirito di solidarietà della comunità riminese che, fin dallo scoppio del conflitto bellico, ha dimostrato che l’accoglienza e l’integrazione sono le risposte migliori per gestire questa delicata fase emergenziale – dichiara l’Assessore Gianfreda – I bambini devono giocare, stare all’aria aperta, divertirsi con i loro coetanei, non sentire il rumore delle bombe. Sono loro i futuri cittadini del domani, e per questo, per quanto possibile, dobbiamo cercare di creare le condizioni per permettergli di crescere nella serenità e avendo fiducia negli altri. Fiabilandia oggi prova a regalare a questi piccoli un po’ di svago e di distrazione, quello di cui hanno bisogno e diritto”.

L’Associazione Culturale Europea Italia-Ucraina Maidan è nata a Milano nel 2014 con l’intento di favorire integrazione e scambio culturale tra il popolo italiano e ucraino, organizzando, mostre, seminari, conferenze, eventi e feste. In seguito ai tragici eventi accaduti a Kyiv e in tutta l’Ucraina nei giorni della cacciata del Presidente filorusso Yanukovic, è sempre stata in prima linea nell’offrire sostegno e aiuto concreto alla popolazione ucraina trasportando nelle zone colpite dalla guerra e non solo, più di 350 tonnellate di aiuti umanitari, in orfanotrofi, in case per anziani, ospedali e centri profughi, collaborando sia con istituzioni italiane che Ucraine.

“Ringraziamo Fiabilandia per l’opportunità che offre ai bambini ucraini, prime ed innocenti vittime di questa maledetta guerra, di una giornata allegra e gioiosa. Vedere un bambino che ride e gioca spensierato nonostante tutto ciò che ha dovuto subire, riempie il cuore di gioia e dà a noi la forza di proseguire, pur se tra mille difficoltà, e tutto questo grazie alla Vostra generosità” conclude Domenico Morra segretario nazionale dell’Associazione Maidan. Fondamentale per l’organizzazione e la gestione di tutto è stato il Supporto della Polizia di Stato che ha messo in contatto l’Associazione Maidan con la Direzione di Fiabilandia; nello specifico, grazie all’Associazione Maidan, la Polizia di Stato ha avuto il supporto necessario nell’attività di interpretariato con particolare riferimento alla gestione dell’arrivo dei minori in aeroporto, avviando inoltre iniziative di prossimità e sostegno.

Durante la giornata i bambini potranno accedere gratuitamente a tutte le attrazioni e agli spettacoli che il Parco offre ed è già in programma una seconda giornata dedicata all’Associazione.

fiabilandia