L’ultimo caloroso saluto di Bagnacavallo a Nazifa Noor Ahmad foto

Più informazioni su

Una straordinaria dimostrazione di affetto è stata tributata mercoledì 22 giugno a Nazifa Noor Ahmad, la ventenne di origine afghana deceduta all’ospedale di Padova a causa di una grave malattia. Centinaia di persone l’hanno voluta salutare presso la chiesa di San Pietro in Sylvis di Bagnacavallo dove il suo feretro è stato esposto durante la giornata e alle 18.30 è stata celebrata una messa dal parroco don Ugo Facchini.

Erano presenti autorità civili e militari e soprattutto moltissime amiche e amici di Nazifa, compagni del liceo scientifico e del gruppo scout.

Il saluto finale è stato affidato a Roberto Faccani, che nel 2008 assieme al contingente militare italiano e alla Protezione civile aveva portato Nazifa in Italia dall’Afghanistan affinché si potesse curare e l’aveva poi ospitata presso la propria famiglia a Bagnacavallo. «Nazifa voleva soltanto essere “una buona persona”, come aveva scritto lei stessa nell’annuario del liceo» ha ricordato Faccani.

Nel 2018 la giovane aveva ricevuto dal presidente Mattarella l’attestato d’onore di Alfiere della Repubblica per il suo impegno nel volontariato. Ora riposa nel cimitero di Bagnacavallo.

Addio Nazifa

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.