In Prefettura a Ravenna incontro sugli allontanamenti dei minori residenti in struttura di accoglienza

Oggi, 23 settembre, si è tenuta presso il Palazzo della Prefettura Ravenna un incontro sulla tematica dell’allontanamento dei minori residenti in strutture di accoglienza nella Provincia. Alla riunione hanno partecipato, oltre a componenti delle Forze dell’Ordine e del locale Comando dei Vigili del Fuoco, anche i Dirigenti dei Servizi Sociali della Provincia nonché i rappresentanti delle strutture di accoglienza per minori. La necessità dell’incontro – spiegano dalla Prefettura – nasce dalle recenti indicazioni del Commissario Straordinario di Governo per la ricerca delle persone scomparse sul fenomeno dell’allontanamento dei minori e dall’esigenza di implementare la collaborazione con e tra le Forze di Polizia e gli altri attori coinvolti.

Durante l’incontro – proseguono dalla Prefettura di Ravenna – è emersa la viva necessità che i gestori delle strutture di accoglienza assicurino, sin dal primo momento in cui si verifica l’allontanamento, il maggior numero di notizie possibili utili alle Forze di Polizia per avviare più rapidamente possibile le attività di ricerca in collaborazione con tutti gli attori coinvolti. È stato chiesto altresì ai gestori delle strutture una maggiore collaborazione al fine di ottenere il consenso alla diffusione delle immagini e delle informazioni personali del minore, utilizzando lo specifico modello allegato al Piano Provinciale per la ricerca delle persone scomparse ed. 2022. All’esito dell’incontro è stata raggiunta un’intesa di massima sulla creazione di una maggiore sinergia collaborativa tra tutti gli attori coinvolti, in modo tale da garantire una pronta ed efficace azione in un tema così sensibile e delicato come quello della scomparsa dei minori.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da T.

    Servirebbero grandi e approfondite riflessioni sulle modalità di gestione degli affidi da parte di chi esercita per queste strutture.