Quantcast

Ravenna fa incontrare i mosaicisti da tutto il mondo a Spilimbergo, dal 18 al 21 maggio

Più informazioni su

Da mercoledì 18 a venerdì 21 maggio a Spilimbergo ha luogo il XV Congresso dell’Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei (AIMC) organizzato dalla Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo. L’AIMC Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei nasce a Ravenna nel 1980 dopo due giornate di studio sul Mosaico Contemporaneo, per volontà della Professoressa Isotta Roncuzzi Fiorentini e di Peter Fischer (1922-2000), giornalista e critico d’arte tedesco; l’AIMC ha sede presso la Loggetta Lombardesca.

 

L’Associazione (Presidente Nikos TOLIS di Atene), oggi vanta l’iscrizione di 230 soci provenienti da tutte le parti del mondo. Appuntamenti d’incontro per i soci sono i congressi ogni due anni, ogni volta in un paese diverso e il Festival Internazionale del Mosaico Contemporaneo RavennaMosaico. In Congresso di quest’anno a Spilimbergo costituisce un evento particolare, qualcosa di più di un semplice congresso. Per la prima volta queste due realtà, che da anni operano nel campo del mosaico, si incrociano e si fondono per la realizzazione di un evento culturale internazionale. Da una parte l’AIMC, Associazione con soci da tutto il mondo, ideata e fondata a Ravenna, città sinonimo dell’arte musiva, dall’altra parte la Scuola Mosaicisti del Friuli, istituita negli anni ‘30 per la formazione dell’arte musiva.

 

Il Congresso vede la partecipazione di oltre 110 partecipanti provenienti da 28 paesi, 40 relatori e 68 soci AIMC che esporranno le loro opere a Palazzo Tadea, Piazza Castello. Una straordinaria occasione per analizzare le varie strade che l’antica tecnica oggi sta percorrendo. Da Ravenna saranno presenti: Maria Grazia Marini (direttore MAR), Linda Kniffitz (curatrice del Centro Internazionale di documentazione del mosaico CIDM), Rosetta Berardi (Vice Presidente AIMC) e docenti dell’Accademia di Belle Arti.

Più informazioni su