Oltre 1300 gli studenti coinvolti nei 67 laboratori del progetto CorpoGiochi a Scuola

Con l’evento “Compito all’Almagià”, svoltosi il 25 e 31 maggio 2019, realizzato grazie ai contributi del comune di Ravenna e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, si è conclusa l’attività del progetto CorpoGiochi a Scuola dell’associazione Cantieri Danza per l’anno scolastico 2018/2019.

Quest’anno sono stati attivati ben 67 laboratori nella Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria del ravennate coinvolgendo circa 1383 studenti, 151 insegnanti, 181 genitori che hanno partecipato ai laboratori a scuola e circa 167 conduttori che Cantieri ha formato e fatto intervenire negli incontri di gioco.

Chi è Cantieri Danza e che cos’è CorpoGiochi
L’associazione ravennate Cantieri Danza, incubatrice per i giovani talenti del panorama nazionale della danza contemporanea e coordinatrice di reti di lavoro tra i più importanti operatori culturali del settore, è anche organizzatrice di progetti di formazione e promozione del pubblico e delle nuove generazioni. Cantieri opera infatti anche nell’ambito della crescita e della formazione dei giovanissimi, proponendo diversi percorsi ed eventi, a partire dal progetto CorpoGiochi che si declina in laboratori di educazione al movimento realizzati da più di dieci anni nei diversi istituti scolastici di Ravenna – dall’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia sino alle Scuole Superiori – e in percorsi laboratoriali rivolti ai cittadini dai 5 anni in su, nell’ottica di offrire alla comunità maggiori strumenti per il benessere collettivo e avvicinare all’arte piccoli e grandi, oltre ad attivare un processo di emancipazione dei pubblici attuali e futuri.

CorpoGiochi a Scuola è progetto educativo didattico che propone un metodo originale di educazione al movimento; accompagna bambine e bambini, ragazze e ragazzi in un confronto autentico con la scoperta e la gestione delle proprie emozioni. E’ un metodo e uno strumento di cambiamento sociale che riporta al centro del tempo scolastico il senso dell’esperienza corporea creativa, combattendo l’analfabetismo emozionale, il caos virtuale e asettico, la noncuranza di sé e degli altri. CorpoGiochi, attivato nelle scuole, diventa una possibilità di agire direttamente sulla formazione dei giovani e giovanissimi cittadini, con l’obiettivo di fornire loro un’inedita modalità di relazione e maggiori strumenti per comprendere il mondo, complementari a quelli che la scuola già offre.