DZ Engineering. Roberto Grilli presenta la mostra fotografica “Gradazioni di Luce” fotogallery

Il 19 ottobre 2019, alla fondazione Dino Zoli di Forlì, a partire dalle 18 si terrà il vernissage della mostra “Gradazioni di Luce. Geografie di sguardi tra storia e contemporaneità”, a cura di Gigliola Foschi e Nadia Stefanel. Uno spaccato sulla fotografia italiana in grado di raccontare dodici siti storici e contemporanei nei quali DZ Engineering è intervenuta utilizzando sistemi integrati e innovativi di illuminazione o di telecomunicazione.

Sei autori italiani, riconosciuti a livello internazionale ed emergenti (Alessandra Baldoni, Luca Gilli, Cosmo Laera, Luca Marianaccio, Lucrezia Roda e Pio Tarantini), sono stati invitati a raccontare – con linguaggi diversi, aperti a nuove strategie dello sguardo – meraviglie del nostro Paese immortalati soprattutto nel passaggio tra la luce naturale e quella artificiale.

La mostra, riproposizione italiana di “Everything is illuminated”, evento in programma dal 19 al 22 settembre a Singapore in occasione del GP (illuminato da DZ Engineering) diventa così una sorta di viaggio visivo nella storia e nell’arte: inizia dal Parco Archeologico di Canne della Battaglia là dove, nel 216 a.C., i Romani subirono una devastante sconfitta ad opera dei Cartaginesi guidati da Annibale. Il progetto raggiunge dunque il porto e il Mausoleo di Galla Placidia di Ravenna, gioiello del V° secolo interamente ricoperto di preziosi mosaici, prima di accompagnarci a Castel del Monte (Patrimonio Unesco, come il Mausoleo di Galla Placidia), la famosa fortezza del XIII secolo la cui costruzione fu ordinata dall’imperatore Federico II, dove complessi simboli astrologici si coniugano con raffinate conoscenze matematiche, geometriche e astronomiche. La mostra proseguirà poi verso cattedrali gotiche, chiese, sinagoghe e abbazie, per arrivare infine al Polo Chimico di Ferrara e al recente Mapei Stadium.

“Dal 2017 con la Fondazione Dino Zoli abbiamo realizzato due progetti importanti, portando in Italia due fotografi emergenti di Singapore per far loro riprendere la Motor Volley con occhi “vergini” ” -ricorda il ravennate Roberto Grilli, General Manager DZ Engineering e Director DZ E Asia, scendendo maggiormente nei particolari: “Dallo scorso anno è nata anche la collaborazione con Edoardo Tresoldi, ormai artista di livello internazionale e tra i più influenti under 30 secondo Forbes nel 2017. A seguito del successo del progetto della Basilia di Siponto abbiamo realizzato a Singapore, in occasione del weekend del GP, un etereo site specific di Edoardo Tresoldi. Inoltre, in Fondazione Dino Zoli, l’artista ha allestito lo scorso autunno una mostra fotografica, un viaggo attraverso dettagli della grande installazione in rete metallica”.

A proposito della mostra, “Gradazioni di Luce”, Grilli ha illustrato il progetto: “Quest’anno abbiamo fotografato dodici dei siti più iconici, cantieri DZ Engineering in Italia realizzando una preview a Singapore durante la settimana del GP e portando la mostra più articolata in Italia dal 19 ottobre 2019. Le curatrici della mostra Nadia Stefanel e Gigliola Foschi hanno selezionato sei fotografi emergenti e consolidati italiani che riprendessero dodici dei più importanti siti che abbiamo realizzato come DZ Engineering dal 2011 ad oggi. I 12 siti comprendono ad esempio l’autodromo di Vallelunga, il Mapei Stadium, la Sinagoga di Pisa, Galla Placidia ed altri siti. Ognuno è stato interpretato dai rispettivi fotografi coinvolti”.

A cura di Alessandro Bucci