Il cardinal Bassetti a Ravenna per il Transitus dantesco sul tema “Nel mezzo del cammin di nostra vita”

Dopo il cardinal Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, che ha celebrato la Messa di Dante, domenica 8 settembre, è in arrivo a Ravenna il presidente della Cei, Cardinal Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, che sarà protagonista al Dantis poetae Transitus del 13 settembre. La cerimonia organizzata dal Centro Dantesco e dalla Diocesi è in programma alle 21 nella Basilica di San Francesco e ricorda la notte del 1321 nella quale Dante morì.

Il Cardinal Bassetti proporrà una riflessione sul canto primo dell’Inferno “Nel mezzo del cammin di nostra vita”. L’introduzione al canto (letto da Franco Costantini) sarà a cura del professor Giuseppe Ledda, professore associato di Letteratura italiana all’Università di Bologna. E la serata si chiuderà con interventi musicali della Cappella musicale di San Francesco. “Al presidente dei vescovi italiani – racconta fra Maurizio Bazzoni, delegato della Provincia francescana per le celebrazioni del centenario del 2021 – abbiamo chiesto un commento ‘esistenziale’ che a partire dal testo dantesco ci aiuti a vedere i segni di speranza nelle selve oscure del nostro tempo”.

Nato a Popolano di Marradi (Fi), diocesi di Faenza – Modigliana, il 7 aprile 1942, il cardinal Gualtiero Bassetti è stato ordinato presbitero il 29 giugno 1966; eletto alla sede vescovile di Massa Marittima – Piombino il 9 luglio 1994, e poi ordinato vescovo l’8 settembre 1994. Dal 2009 è arcivescovo di Perugia – Città della Pieve. È creato cardinale nel Concistoro del 22 febbraio 2014, poi nominato vicepresidente e, nel maggio 2017, presidente della Conferenza Episcopale Italiana.