A Ravenna riapre il Circolo Abajur: già fissato il calendario degli eventi

L’Abajur, locale di via Ghibuzza a Ravenna, riapre sabato 28 settembre. Dalle ore 19, come si legge nella pagina Facebook del locale, sarà inaugurata la nuova stagione con la musica dei dj, tra gli altri, Loris Sirol Pondini e Daniele Chiari. Dopo l’appuntamento di sabato, si continua il 4 ottobre con Rone& the Friday Vinyl Night, una serata dedicata al vinile con dj Rone. È confermato quindi l’appuntamento mensile dedicato ai 45 giri originali con la musica di Beat, Sul, Garage, Rhythm & Blues e molti altri. Non mancheranno poi gli altri eventi abituali, come i concerti live, i laboratori e il cineforum. L’Abajur inaugura quindi la nuova stagione con un calendario ricco di spettacoli, dopo la pausa estiva.

Dopo l’interruzione temporanea delle attività, a fine 2018, il circolo di via Ghibuzza era stato al centro delle cronache locali in seguito alle proteste di alcune residenti che lamentavano l’eccessivo rumore in strada e sfociate in una petizione. L’Abajur, dopo una breve chiusura, aveva riaperto modificando orari ed eventi e presentando una petizione al comune in cui si chiedeva di garantire una maggiore tutela al circolo e le condizioni per poter proseguire le attività. L’argomento è stato discusso in consiglio comunale e si è individuata la soluzione nella normativa che autorizza 16 serate, in deroga, nell’area esterna, durante le quali la musica può arrivare fino a 70 decibel, contro i soliti 40.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maria

    Purtroppo la gente dopo la chiusura del locale non va subito a casa propria, continua a chiacchierare in strada e alcuni schiamazzano senza considerare che disturba il vicinato. Sicuramente loro quando vanno a casa trovano silenzio e non gliene importa niente di aver fatto casino da un’altra parte!!! Divrtimento per pochi!

  2. Scritto da Luciano

    ma per entrare serve la tessera dei Socialisti ?