Russi. Al Teatro Comunale una stagione intensa, eterogenea e fresca

Il Teatro Comunale di Russi torna ad accogliere il suo pubblico con un programma che, come da tradizione, inaugura con la stagione concertistica e si distribuisce fino alla primavera, proponendo anche quest’anno la rassegna della domenica pomeriggio per le famiglie e i bambini.

Il cartellone 2019-2020, a cura del Comune di Russi e di ATER –Associazione Teatrale Emilia Romagna, Circuito regionale multidisciplinare, si articolerà da mercoledì 16 ottobre a giovedì 2 aprile con 13 spettacoli di cui 9 di prosa (tre dei quali audiodescritti per non vedenti e ipovedenti, in collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì), 1 di danza e 3 concerti, ai quali si aggiungono i 4 appuntamenti con “Bambini a teatro”, in programma dal 12 gennaio all’8 marzo.

In apertura, le proposte della stagione concertistica: queste spaziano dal repertorio più classico di “Lirico ma non troppo” (mercoledì 16 ottobre), che porta in scena alcuni tra i brani più belli e briosi del repertorio lirico italiano e internazionale tratti da opere di Puccini, Rossini, Bizet e Verdi – per citarne solo alcuni – all’Orchestra Cupiditas (venerdì 22 novembre), che unisce i più di 70 giovanissimi musicisti dai 14 ai 25 anni dell’orchestra di Fiesole, con un concerto per violino su musiche di Beethoven; per arrivare fino al fado portoghese di Pasion y saudade (mercoledì 6 novembre), concerto del Triolet, formazione musicale che ha avuto il suo battesimo radiofonico nell’ambito del programma La stanza della musica di RAI Radio3.

Una varietà che si ripropone in tutta la complessità del programma, a partire dall’assoluta modernità de Lo zoo di vetro (giovedì 28 novembre), l’opera con la quale Tennessee Williams iniziò a farsi conoscere dal grande pubblico (con Tindaro Granata e, alla prima prova registica importante, Leonardo Lidi) e di Ottocento (venerdì 10 gennaio), l’immancabile appuntamento con Elena Bucci e Marco Sgrosso, che propongono un esperimento di drammaturgia sulla parola “Ottocento”, un secolo dal fascino talmente potente da nutrire ancora il presente.

Sul fronte della classicità si collocano Pensaci, Giacomino (giovedì 14 novembre) con Leo Gullotta, protagonista di una novella che rappresenta tutti gli assiomi della poetica pirandelliana e il Tartufo (giovedì 2 aprile) di Molière, interpretato da Giuseppe Cederna alle prese con una società, quella moderna, dilaniata tra vuoto materialismo e spiritualità fanatica.

In cartellone anche due testi brillanti come Alle 5 dame (giovedì 12 dicembre), con Gaia De Laurentiis, Ugo Dighero e  lemusiche della Banda Osiris, una commedia esilarante che racconta dei disastrosi incontri sentimentali di un uomo in cerca di stabilità affettiva e di una donna ossessionata dal desiderio di maternità, e le Signorine (mercoledì 29 gennaio) Isa Danieli e Giuliana De Sio, due formidabili attrici del nostro teatro che trasformano i litigi e le miserie delle sorelle Addolorata e Rosaria, in occasioni continue di gag e di risate su un testo irriverente e poetico.

Non manca il comico, pur su un tema classico come l’Odissea, che offre a Gioele Dix materia divertente per parlare di paternità in Vorrei essere figlio di un uomo felice (giovedì 12 marzo), un monologo intenso, personale e divertente che usa come filo conduttore la vicenda di Telemaco in cerca del perduto padre Ulisse.

Una raffinata produzione del Teatro Stabile di Bolzano porta a Russi Paolo Fresu in Tempo di Chet. La versione di Chet Baker (mercoledì 12 febbraio), dedicato a uno dei miti musicali più controversi e discussi del Novecento che rivive grazie alla musica di Fresu alla tromba, accompagnato da Dino Rubino al piano, da Marco Bardoscia al contrabbasso e da un cast d’eccellenza formato da otto attori.

Ancora un richiamo alla contemporaneità con Il silenzio grande (mercoledì 22 gennaio) nato dall’incontro di Alessandro Gassmann con lo scrittore napoletano di fama internazionale, Maurizio De Giovanni, autore di libri di successo dalla serie de Il Commissario Ricciardi fino a I bastardi di Pizzofalcone.

Infine, per l’appuntamento con la danza il Nuovo balletto di Toscana presenterà Pulcinella, uno di noi (venerdì 28 febbraio), una rivisitazione di Pulcinella in chiave contemporanea, su partitura composta in gran parte da Igor Stravinskij, con interpolazioni di brani composti anche da Giovan Battista Pergolesi. In scena un organico di 11 giovani danzatori.

La sezione Bambini a teatro si aprirà nell’anno nuovo, domenica 12 gennaio con Cappuccetto rosso nella versione proposta dalla Compagnia La luna nel letto con i danzatori – acrobati della Compagnia EleinaD diretti da Michelangelo Campanale, per presentare la più popolare tra le fiabe e raccontare argomenti legati alla vita, in maniera semplice, ma esatta.

Domenica 2 febbraio il Teatro C’art Comic Education presenterà Casa de tábua, di e con André Casaca e Irene Michailidis protagonisti di due mondi cui daranno vita con tecniche di clownerie, mimo, danza e musica.

Domenica 16 febbraio sarà la volta del Teatro di Carta con Posidonia, di e con Chiara Carlorosi e Marco Vergati, uno spettacolo di teatro d’attore e teatro d’ombre adatto al pubblico di ogni età che combina immagini suggestive ed eleganti con momenti di sottile e raffinata comicità. In chiusura, domenica 8 marzo il Teatro del cerchio proporrà Il gatto e la volpe – aspettando Mangiafuoco di e con Mario Arioldi e Mario Mascitelli. In attesa che arrivi Mangiafuoco, il gatto e la volpe, si raccontano la loro vita passata, poi capiscono che in quel luogo sta succedendo qualcosa di importante e sta nascendo una nuova amicizia. La prevendita degli abbonamenti si svolgerà giovedì 3 e venerdì 4 ottobre dalle 16 alle 19 e sabato 8 ottobre dalle 9 alle 13, martedì 8 ottobre avrà inizio la prevendita dei biglietti dalle 10 alle 12 presso la biglietteria del teatro e proseguirà il martedì e il sabato dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 16 alle 19.

Inizio spettacolo: ore 20.45

Inizio spettacolo bambini a teatro: ore 16

Per informazioni e prenotazioni: Teatro Comunale di RussiVia Cavour, 10
Tel. 0544/587690 |e-mail: teatrocomunalerussi@ater.emr.it -www. comune.russi.ra.ite www.ater.emr.it.

Tutti i giorni feriali dalle 10:00 alle 12:00Comune di RussiUfficio Cultura, Teatro e Manifestazionivia Cavour, 21Tel 0544/587641|e-mail: cultura@comune.russi.ra.it Info e dettagli su www.comune.russi.ra.it e www.ater.emr.it facebook.com/ Teatro Comunale Russi Ufficio stampa Ater Associazione Teatrale Emilia RomagnaMariaelena Forti -Mob. +39.347.8868104 | e-mail: stampacircuito2@ater.emr.it