Bagnara di Romagna, un viaggio dal Medioevo ai giorni nostri con le Giornate Fai d’Autunno

Sabato 12 e domenica 13 ottobre Bagnara di Romagna ospita un fine settimana in cui sarà possibile fare un viaggio nella storia, dal Medioevo ai giorni nostri, grazie alle Giornate Fai d’Autunno. L’iniziativa che consente l’apertura di luoghi d’arte o siti di interesse storico, artistico o paesaggistico spesso non accessibili al pubblico arriva infatti a Bagnara di Romagna con una proposta culturale che coinvolge anche le scuole.

Il programma è stato presentato venerdì 4 ottobre in conferenza stampa presso l’hotel Locanda di Bagnara alla presenza del sindaco del Comune di Bagnara di Romagna Riccardo Francone, del dirigente scolastico del Liceo di Lugo Giancarlo Frassineti, del responsabile della delegazione Fai di Ravenna Giovanni Gabbianelli, del responsabile del Gruppo Fai Lugo Efrem Bardelli e della mezzosoprano ed esperta del museo Mascagni Daniela Pini.

“Siamo lieti di poter ospitare le giornate Fai d’Autunno – dichiara il sindaco di Bagnara di Romagna Riccardo Francone -. Si tratta per noi di un’occasione di grande importanza e prestigio, che segna una collaborazione e una sinergia per valorizzare, riteniamo meritatamente, il borgo medievale di Bagnara”. “Obiettivo del Fai è promuovere i luoghi e i paesaggi che rappresentano la nostra identità – ha aggiunto Giovanni Gabbianelli -. Iniziative come queste ci consentono di far conoscere a tanti cittadini meravigliosi luoghi italiani. Da sottolineare anche il ruolo fondamentale degli studenti-ciceroni in queste visite”.

“Il Gruppo Fai di Lugo è grato per l’accoglienza e la collaborazione a tutti i livelli che abbiamo trovato nell’organizzazione di questo evento – ha aggiunto Efrem Bardelli -. Si è creata una reale sinergia tra Gruppo Fai di Lugo, Liceo di Lugo con il nuovo dirigente Giancarlo Frassineti e la professoressa d’arte Donatella Bezzi, l’Amministrazione comunale con il sindaco Riccardo Francone, la Parrocchia, gli esperti locali come Daniela Pini e Lisa Emiliani, fino ad arrivare ai ristoratori locali (La locanda di Bagnara, Da Guido e il Molinello), che nelle due giornate hanno pattuito uno sconto del 10% a chi volesse completare la visita con una degustazione della cucina locale”.

Nelle due giornate gli apprendisti ciceroni del Liceo di Lugo e giovani volontari del paese condurranno il pubblico alla scoperta del borgo di Bagnara, illustrando ai partecipanti storia e caratteristiche. Per due giorni i visitatori avranno così la possibilità di partecipare a un’originale presentazione del borgo murato medioevale, andando anche alla scoperta del Museo storico parrocchiale “Monsignor Alberto Mongardi”, ricco di cimeli religiosi e di preziosi oggetti di varie epoche, e del museo “Pietro Mascagni” con la sua raccolta di oggetti, spartiti, fotografie e di un ricco epistolario sentimentale relativo alla lunga relazione tra il compositore Mascagni e la corista Anna Lolli.

Le visite guidate si svolgono dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30. La partenza è in piazza IV Novembre davanti alla Rocca.  Sabato 12 ottobre, inoltre, la chiesa Arcipretale di Bagnara di Romagna ospita alle 20.45 il concerto per organo. Per l’occasione il maestro Kim Fabbri eseguirà brani d’epoca all’organo Chianei del 1785. Il ricavato sarà devoluto per il restauro dei cimeli del Museo Mascagni.

Le Giornate Fai d’Autunno sono patrocinate dai Comuni di Bagnara di Romagna e Lugo, dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e dall’Università per adulti di Lugo. Le iniziative sono organizzate con la collaborazione della Parrocchia dei Santi Giovanni Battista e Andrea Apostolo, del Museo del Castello e della Locanda di Bagnara. Hanno inoltre collaborato all’evento la mezzosoprano Daniela Pini, esperta del Museo Mascagni, e lo storico Tonino Pini.