Dante in Carcere 2019: alla casa circondariale di Ravenna detenuti e studenti alle prese con il Sommo Poeta

Più informazioni su

Nel pomeriggio di sabato 19 ottobre i cancelli di via Port’Aurea 57 si sono riaperti alla città per l’ottava edizione dello spettacolo teatrale dei “Dante in carcere” dal titolo “Oltre il muro” per la regia di Eugenio Sideri di Lady Godiva teatro, coordinatore del laboratorio teatrale “Sezione Aurea”, parte del Coordinamento Teatro Carcere dell’Emilia Romagna, con la collaborazione di Carlo Garavini.

Prosegue il viaggio nelle cantiche dantesche, alla ricerca di maestri e modelli che ci accompagnino verso la “retta via”, ieri come oggi. Un viaggio in cui il punto di vista è “oltre il muro”. Allo spettacolo hanno preso parte, come per gli anni precedenti, gli studenti del Liceo Classico Dante Alighieri, il coro Ludus Vocalis VB di Elisabetta Agostini. La serata ha visto anche la partecipazione del fotoreporter Giampiero Corelli
che ha condotto all’interno del carcere un laboratorio fotografico i cui scatti più belli e significativi sono diventati oggetto della mostra fotografica che gli ospiti della serata hanno potuto ammirare.

Anche quest’anno lo spettacolo è stato di grande intensità ed ha emozionato il numeroso pubblico presente. E’ intervenuta l’Assessora alla Cultura Elsa Signorina che ha espresso parole di grande apprezzamento dando appuntamento al prossimo anno. La serata è stata dedicata a “Giuseppe” il detenuto tragicamente scomparso nel mese di settembre. Al termine dello spettacolo è stato offerto a tutti i presenti un ricco apericena.

Il progetto è stato reso possibile grazie al sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, BPER Banca, Bambini Ravenna, Valeria e Roberto Ridolfi, Cooperativa sociale La Pieve, Coordinamento Teatro Carcere Emilia Romagna, Pro Loco Marina di Ravenna, Proloco Lido Adriano, Comitato Pro Detenuti e famiglie, Arcidiocesi di Ravenna- Cervia.

Più informazioni su