Alla biblioteca Classense di Ravenna il fotografo Luigi Tazzari presenta “Addio colonia”

Martedì 7 gennaio alle ore 18 alla sala Muratori della biblioteca Classense Luigi Tazzari presenta il suo “Addio colonia”, libro fotografico con testi critici di Alberto Giorgio Cassani, Massimo Bottini e Giuseppe Masetti, che si propone di mettere in evidenza ciò che resta delle colonie della Riviera romagnola. “C’erano una volta le colonie…”  verrebbe da dire, guardando gli scheletri dei fasti d’un tempo: lungo i settanta chilometri della Riviera si nascondono infatti come scrigni dimenticati questi mastodontici edifici abbandonati. Sono circa 240, da Marina di Ravenna a Cattolica, di cui almeno i due terzi oggi sono “mostri spiaggiati”, vere e proprie astronavi aliene. Luigi Tazzari illustrerà questo percorso visivo con Giuseppe Masetti direttore dell’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea in Ravenna e provincia.

Luigi Tazzari nasce a Ravenna nel 1957, città dove risiede e lavora. È fotografo professionista dal 1983. Numerosi servizi fotografici sono stati pubblicati sui più importanti periodici e riviste nazionali, tra cui L’Espresso, Panorama, Famiglia Cristiana, Lo Specchio, Sette, Epoca, L’Illustrazione Italiana, Tuttoturismo, Dove, Carnet, GenteViaggi, Bell’Italia, Touring Club Editore, Gulliver, Viajes National Geographic Spagna.Ha collaborato per circa vent’anni con l’Agenzia fotografica Grazia Neri e con Gamma Presse Images di Parigi, agenzia fotografica tra le più importanti del mondo.

Il prossimo appuntamento: venerdì 10 gennaio ore 18, sala Muratori, via Baccarini, 5, Antonio Sacconi presenta “Secolo che ci squarti… secolo che ci incanti”, Salerno editrice.