“The sky over Kibera”: la Divina Commedia messa in scena nello slum in Kenya approda a Ravenna

Dopo l’anteprima mondiale in Kenya e la prima nazionale al “Filmmaker – Festival Internazionale di Cinema 2019” di Milano, arriva a Ravenna il racconto della “messa in vita” della Divina Commedia nell’immenso slum di Nairobi, Kibera, dove Martinelli ha lavorato con 150 bambini e adolescenti, reinventando il capolavoro dantesco in lingua inglese e swahili. Per il progetto The Sky Over Kibera, diretto da Marco Martinelli, Fondazione AVSI ha vinto il “Premio al volontariato 2019” per la sezione “Cultura”, conferito dal Senato della Repubblica.

L’appuntamento è per martedì 21 gennaio alle 20 al Teatro Rasi di Ravenna e poi mercoledì 22, giovedì 23 e venerdì 24 alle 10.30 al Cinema Mariani. La serata del 21 gennaio al Rasi segna anche l’inizio della Chiamata Pubblica verso Paradiso, terza anta de “La Divina Commedia 2017-2021” di Marco Martinelli e Ermanna Montanari, produzione Ravenna Festival/Teatro Alighieri in collaborazione con Teatro delle Albe/Ravenna Teatro. Sarà l’occasione per ascoltare da Martinelli e Montanari il racconto delle prossime tappe che ci accompagneranno fino al 2021, a partire dall’Annuale Dantesco di settembre 2020.

Gli organizzatori ringraziano Cinema in Centro per le proiezioni al Cinema Mariani.

Al Rasi ingresso a offerta libera, l’incasso sarà devoluto a sostegno dei progetti della Fondazione AVSI.
Prenotazione gruppi scolastici del 22, 23 e 24 gennaio: Ravenna Teatro tel. 0544/36239, info@ravennateatro.com

THE SKY OVER KIBERA è un film d’arte: ci racconta la “messa in vita” della Divina Commedia nell’immenso slum di Nairobi, Kibera, dove Martinelli ha lavorato con 150 bambini e adolescenti, reinventando il capolavoro dantesco in lingua inglese e swahili. E lo fa con la sua cifra poetica e visionaria, intrecciando alle riprese dello spettacolo altre immagini, sequenze girate appositamente nello slum per compiere l’operazione alchemica di trasformare il teatro in cinema. Tre adolescenti di Nairobi offrono volto e voce a Dante, Virgilio e Beatrice: sono le guide che conducono lo spettatore nel labirinto di Kibera, dove la “selva oscura” in cui si perde il poeta è più che una semplice metafora: in swahili, Kibera significa “selva”. Attorno a loro un coro brulicante di corpi recita il tumulto dell’essere insieme belve e dannati, ladri e assassini, diavoli e politici corrotti e poeti che indicano le vie della salvezza: tra canti e recitazione, corse frenetiche e danze scatenate, i 150 protagonisti danno vita a un affresco ricco di commovente poesia, a ulteriore conferma dell’universalità del capolavoro dantesco.

NOTE DI REGIA

«Quando sono arrivato a Kibera per iniziare questo percorso, invitato da Fondazione Avsi, mi è subito venuto in mente Dante, la sua Divina Commedia. Può sembrare strano associare il capolavoro dantesco, da cui prendono origine la lingua e la letteratura italiana, a uno dei più grandi slum africani, con oltre mezzo milione di persone senz’acqua potabile, baracche incollate una sull’altra, immondizia ovunque e condizioni di vita insostenibili.

Ma la Divina Commedia che cos’è, se non lo scendere coraggioso nelle viscere dell’umanità? L’opera si delinea come l’archetipo di un viaggio universale, e Dante, narrando di sé, narra dell’umanità intera: da una “selva oscura” fatta di paura, rabbia e disperazione, il poeta, accettando di essere guidato da ombre salvifiche, scende prima all’Inferno, poi sale sulla montagna del Purgatorio, infine arriva alla luce del Paradiso.

Abbiamo iniziato raccontando la trama della Divina Commedia, come una favola: funzionava. I nostri piccoli complici si divertivano e sentivano “propria” quella storia che veniva loro da un altro mondo. Abbiamo iniziato col gioco e l’improvvisazione, facendo sentire a tutti che quella favola antica necessitava del loro “mondo”, delle loro esperienze, dei loro desideri e delle loro paure, per tornare in vita e poter parlare agli spettatori. I 150 protagonisti di THE SKY OVER KIBERA hanno impugnato la Commedia come un’arma rilucente di bellezza, per gridare al pianeta intero il proprio diritto alla felicità». Marco Martinelli

The Sky over Kibera
un film di
Marco Martinelli

per la prima volta sullo schermo 150 studenti delle scuole di Nairobi (Kenia) Little Prince School, Ushirika Centre, Cardinal Otunga High School, Urafiki Carovana Primary School sostenute da AVSI

soggetto Marco Martinelli e Ermanna Montanari
consulente alla sceneggiatura Riccardo Bonacina
musica originale Daniele Roccato
assistente alla regia Laura Redaelli
montaggio Francesco Tedde

post-produzione Antropotopia
organizzazione generale Marcella Nonni e Silvia Pagliano
distribuzione Maria Martinelli
consulenza e relazioni con la stampa Rosalba Ruggeri
produttore esecutivo Alessandro Cappello
produzione Ravenna Teatro/Teatro delle Albe
in collaborazione con Fondazione AVSI, Vita non profit magazine, Kamera Film, Antropotopia

INFO:
teatrodellealbe.com