Una poesia al giorno. “Verrà il tempo” di Katerina Gogou

Ricordandoci che il futuro si costruisce un giorno per volta, come dice Dean Acheson, ecco la poesia di oggi di Rianimazione letteraria, scelta da Rita Servadei.

“Verrà il tempo”

Verrà il tempo
In cui cambieranno le cose.
Ricordalo Maria.
Ricordi, Maria, durante l’intervallo
Quel gioco in cui
Correvamo tenendo lo scettro
-Non badare a me – non piangere. Tu sei la speranza.
Ascolta, verrà il tempo in cui i figli
Sceglieranno i genitori
Non verranno così a caso.
Non ci saranno porte chiuse
Con i ripiegati appoggiati di fuori
E il lavoro lo sceglieremo
Non saremo cavalli
A cui si controllano i denti.
Le persone – pensa – parleranno
Con i colori
E altri con le note.
Solo, conserva in una grande fiala
Parole e lemmi come questi
Disadattati – repressione – solitudine
Dignità – guadagno – umiliazione
Per la lezione di storia.
Maria – non voglio
Mentire – sono tempi difficili.
E ne verranno altri.
Non so – non ti aspettare molto neanche da me –
Ho vissuto questo, ho imparato questo, questo dico
E di quanto ho studiato questo ho trattenuto:
“L’importante è restare umani”
La cambieremo la vita!

Katerina Gogou, poeta (Atene, 1940-1993)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mikola, (Belarus)

    In sostanza sono accostumato alle poesie con rime e queste poesie libere o bianche non sono del mio gradimento. Le poesie con rime suonano meglio.
    Le parole sono buone ma non orecchiabili. Peccato.