Una poesia al giorno. “È quel che è” di Erich Fried, che racconta il bacio. Dedicata a chi adesso non può raggiungere chi ama

La poesia che oggi, mercoledì 25 marzo, propone Rianimazione Letteraria è del poeta austriaco naturalizzato britannico Erich Fried che fu costretto ad abbandonare la sua terra perchè ebreo e si rifugiò a Londra. Personaggio eclettico, fu non solo poeta ma anche bibliotecario, chimico e giornalista. Ricordandoci che ‘le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti’ diceva G.K.Chesterton.

Oggi una poesia che racconta il bacio per chi in questo momento non può raggiungere chi ama. “È quel che è” di Erich Fried. Poesie d’amore di paura di collera (Torino, Einaudi 1997).

Quando ti bacio
non è solo la tua bocca
non è solo il tuo ombelico
non è solo il tuo grembo
che bacio
Io bacio anche le tue domande
e i tuoi desideri
bacio il tuo riflettere
i tuoi dubbi
e il tuo coraggio
il tuo amore per me
e la tua libertà da me
il tuo piede
che è giunto qui
e che di nuovo se ne va
io bacio te
così come sei
e come sarai
domani e oltre
e quando il mio tempo sarà trascorso.

Erich Fried