Una poesia al giorno. “Modi di vedere” di John Berger: “essere pienamente vivi nel nostro mondo così com’è”

Oggi, venerdì 27 marzo, Rianimazione Letteraria per il suo appuntamento quotidiano con “Una poesia al giorno” ci propone un brano che si trova nel libro “Il dio delle piccole cose” di Arundhati Roy e che proviene dalle parole di John Berger.

“Siamo certi che la riflessione – scrive Livia Santini e gli amici di Rianimazione letteraria –  possa aiutare tutti noi a trovare le tante risposte che in questi giorni invadono la mente. Ricordandoci che ‘Se vuoi sentire il canto degli uccelli, non comprare una gabbia, pianta un albero’. Buona giornata!”

Modi di vedere

Essere pienamente vivi nel nostro mondo così com’è.
Mettersi vicino a coloro per i quali questo mondo è diventato intollerabile e ascoltarli.
L’unico sogno che vale la pena di vivere è vivere finché si è vivi e morire solo quando si è morti.
Cosa significa esattamente?
Amare. Essere amati.
Non dimenticare mai la propria insignificanza.
Non abituarsi mai alla violenza indicibile e alla volgare disparità della vita che ci circonda.
Cercare la gioia nei luoghi più tristi, inseguire la bellezza là dove si nasconde.
Non semplificare mai quello che è complicato e non complicare quello che è semplice.
Rispettare la forza, mai il potere.
Sopratutto osservare. Sforzarsi di capire.
Non distogliere mai lo sguardo.
E mai, mai dimenticare.

John Berger