“Io sono io”. La storia di Greta, giovane transgender di Ravenna, diventa un libro, scritto da sua madre

Più informazioni su

Uscirà all’inizio di giugno il libro “Io sono io”, edito dal Ponte Vecchio di Cesena e scritto da Cinzia Messina con la collaborazione di Francesca Viola Mazzoni. 112 pagine per parlare della storia di una famiglia normale, quella di Cinzia, la mamma, Luigi, il babbo, Paolo, il fratello e soprattutto Greta, la giovane transgender di Ravenna, la cui storia è ormai diventata celebre a livello nazionale, dopo le molteplici partecipazioni a programmi tv come Le Iene e Tagadà.

Una famiglia normale, si diceva, che si è trovata però ad affrontare un passaggio considerato ancora straordinario nella nostra società: quello del coming out di Greta che ha deciso di affermare la propria identità femminile, in barba a convenzioni e opportunità, per realizzare se stessa e affermare al mondo senza paura “Io sono io”.

“L’idea del libro – spiega Cinzia, la mamma di Greta (e Paolo, il fratello gemello) – ha lo scopo di fare informazione sul tema dell’adolescenza transgender, di cui ancora si parla troppo poco. Quando io, come donna e madre, mi sono trovata a vivere questa esperienza con mia figlia, mi è stato di grande supporto poter leggere che le stesse cose appartenevano ed erano appartenute a tante altre persone. Smetti di sentirti isolata e “strana”. Quindi il primo risultato che spero di ottenere con questo libro è quello di giungere al cuore di tante altre famiglie e di dare sollievo ai loro dubbi e  alle loro paure”.

“Siccome poi – prosegue Cinzia – tante persone, pur non conoscendo la nostra vita, si permettono di giudicare e di puntare il dito, dicendo cosa farebbero o cosa avrebbero fatto al posto nostro, spero che anche a loro il libro possa aiutare a considerare le cose da un altro punto di vista. Magari, che faccia venir loro la voglia di conoscerci”.

“Mettere la faccia nelle battaglie che si portano avanti, come stiamo facendo noi – commenta – ha un costo. Ma Greta sta crescendo, nascondere il suo percorso significa ignorarla e io vorrei proprio che quello che capita a lei fosse considerato normalità”.

Nel libro Cinzia racconta la loro storia familiare attraverso aneddoti ed episodi di vita, stati d’animo e anche Greta interviene, parlando di sé in prima persona. Alcune pagine sono poi state scritte dall’artista ravennate Francesca Viola Mazzoni, che ha collaborato molto anche alla stesura e revisione del testo.

“Quello con Francesca è stato un rapporto molto proficuo – ci tiene a sottolineare Cinzia -, la ringrazio davvero per essersi presa a cuore questo libro e per esservisi dedicata con passione e professionalità. Ma oltre a questo, è nata una bella amicizia”.

Completano il libro alcuni disegni realizzati da Tatiana Rodolfi, che ha curato anche l’immagine di copertina. Tatiana è una giovane disegnatrice, che ha cominciato a realizzare disegni dedicati a Greta dopo averla vista in TV. La madre ha contattato poi Cinzia e li ha invitati tutti a Mantova dove vivono, per mostrarglieli. “Anche in questo caso è nata un’amicizia. Le ho chiesto se potevamo includere i suoi disegni nel libro e ne è stata felice”.

Prima della pandemia, l’idea era quella di promuoverlo con una serie di presentazioni durante l’estate, ora è tutto sospeso. “Speriamo che più avanti sia possibile presentarlo in luoghi all’aperto, si vedrà”, conclude Cinzia.

Il libro “Io sono io”, che da giugno sarà disponibile in libreria, sarà ordinabile anche su IBS, Amazon, Mondadoristore.it, sul sito www.ilpontevecchio.it e sarà distribuito a Bologna e in Emilia da Euroservizi, mentre a livello nazionale da Libro.co.

Più informazioni su