Inaugura con la storia di Don Milani il “Teatro al verde” della Casa del Teatro di Faenza

La Casa del Teatro di Faenza organizza la rassegna estiva Un teatro al verde con cinque spettacoli all’aperto ed una serata dedicata al Progetto Europeo Mauerspringer che prevede la presentazione del film di Andrea Pedna e del libro di Cristina Valenti. Le ragioni che hanno mosso la Casa del Teatro ad organizzare queste serate all’aperto sono nel testo che ha accompagnato la campagna di sostegno a Un teatro al verdepromossa sul web: “Non vogliamo aspettare i mesi invernali, dove forse potremo solo proporre spettacoli per pochissimi spettatori se restano vigenti le attuali norme di distanziamento. La Casa del Teatro è uno spazio piccolo nelle dimensioni, non possiamo trasformarci in un teatro per pochi. Perderemmo di vista lo spirito del progetto che da sempre vuole contribuire a costruire una comunità estesa di cittadini che credono nel valore dell’arte e della cultura come strumenti di cambiamento della realtà. Anticipiamo per questi motivi a luglio/agosto la rassegna di spettacoli e li proponiamo all’aperto, nel cortile della Casa, fra il verde degli alberi. Possiamo quindi avere almeno 150 posti a sedere e continuare con la formula dell’ingresso con offerta libera all’uscita. Per dare risposte concrete alla comune voglia di ritrovarsi”.

Il primo appuntamento di UN TEATRO AL VERDE è con Luigi D’Elia e lo spettacolo Cammelli a Barbiana che racconta la storia di Don Lorenzo Milani e la sua rivoluzionaria scuola.  È la storia di una scuola nei boschi, dove si fa lezione tra i prati e lungo i fiumi, senza lavagna, senza banchi, senza primo della classe e soprattutto senza somari né bocciati.  Cammelli a Barbiana è un racconto a mani nude, senza costumi e senza scena. Un racconto duro, amaro, ma allo stesso tempo intessuto di tenerezza per quel miracolo irripetibile che è stato Barbiana, e con tutta la sorpresa negli occhi di quei ragazzi dimenticati che, un giorno, videro un cammello volare sulle loro teste.

Luigi D’Elia è un narratore, autore e costruttore di scene, conduce una delle ricerche più originali in Italia sul racconto della natura. Dai suoi spettacoli sono nati eventi di attraversamento della natura, progetti d’arte pubblica, feste, progetti di forestazione partecipata. Lavora da oltre quindici anni in progetti con bambini, ragazzi e maestre, si occupa di ricerca e formazione nel campo della narrazione. E’ promotore e coordinatore di un Tavolo docenti sui diversi linguaggi per l’educazione ambientale.

Lunedì 6 luglio 2020 ore 21.30

CAMMELLI A BARBIANA

Luigi D’Elia

La storia di Don Milani e il miracolo della scuola senza banchi
di Barbiana.

Dopo lo spettacolo a seguire dialogo fra artisti e spettatori
moderato dal critico teatrale Michele Pascarella