Massimo Isola (AiCC e vicesindaco Faenza) sui 2 milioni di Euro stanziati dal DL Rilancio per la ceramica artistica e artigianale italiana

Più informazioni su

È stato approvato dalla Camera dei Deputati, ed è ora al vaglio del Senato, il DL Rilancio, che contiene un emendamento importante presentato a tutela del comparto ceramico: si tratta dell’articolo 52-ter “Disposizioni per la tutela della ceramica artistica e di qualità”, con il quale vengono stanziati 2 milioni di euro per il rifinanziamento della legge la legge 9 luglio 1990, n. 188.

Massimo Isola, Presidente dell’Associazione Italiana Città della Ceramica-AiCC e Vice Sindaco di Faenza ha dichiarato: “Questa opportunità che ci viene data dalla Camera dei Deputati è una opportunità grande. Siamo contenti e orgogliosi di avere centrato questo obiettivo. Obiettivo centrato dopo un lavoro lungo, importante. Non è successo casualmente ma grazie alla collaborazione fra soggetti, istituzioni e realtà che da tempo lavorano per promuovere l’artigianato artistico italiano”.
“In questa occasione abbiamo creato un confronto importantissimo, con l’Onorevole Gianpaolo Cassese, pugliese, cresciuto nella terra ceramica di Grottaglie, che dopo la nostra ottima performance in occasione di Buongiorno Ceramica 2020 Edizione Straordinaria (maggio 2020) ci ha cercato – prosegue Isola -. Insieme a lui ho costruito un confronto importante per capire come in questo progetto di Sviluppo Italia potesse esserci un capitolo, una risorsa importante per dare una risposta al settore della ceramica artistica e artigianale”.

“Il risultato straordinario di Buongiorno Ceramica di metà maggio ci ha aiutato a posizionarci nel dibattito pubblico italiano, il lavoro che abbiamo fatto insieme a CNA, Confartigianato, Fondazione Cologni, Artex e altre associazioni per chiedere al Parlamento e al Presidente del Consiglio una attenzione particolare per l’artigianato artistico in ceramica è stato importante – spiega il Presidente dell’Associazione Italiana Città della Ceramica-AiCC – . Abbiamo creato in questi mesi un movimento di opinione che è stato il contesto culturale attorno al quale poi si è creata questa proposta. Non solo: credo che stiamo lavorando da diversi anni per mettere al centro del dibattuto pubblico, come non era mai successo, la grande questione della ceramica italiana. E non a caso siamo stati premiati. Siamo stati premiati all’interno del progetto Mater Ceramica, legato al Consiglio Nazionale Ceramico, insediato presso il Ministero per lo Sviluppo Economico, che lavora per lo sviluppo della ceramica in Italia. Questi due milioni di euro giungono all’interno di percorsi e i processi che abbiamo realizzato, sempre in collaborazione con il MISE, quindi crediamo che si tratti di una opportunità straordinaria. Ora toccherà a noi utilizzare al meglio queste risorse, ci metteremo al lavoro immediatamente per costruire un progetto forte negli anni 2020-2021, e per fare in modo di dimostrare ancora una volta che la ceramica artistica italiana è un patrimonio imprescindibile della nostra nazione. Sono convinto che con queste risorse riusciremo a rafforzare ancora di più la promozione e la valorizzazione di questo rande patrimonio italiano che ha radici antiche ma che è profondamente contemporaneo”.

“A questo punto chiederemo immediatamente di riconvocare il Consiglio Nazionale Ceramico e ci metteremo al lavoro per sbloccare subito queste risorse – sottolinea Isola – . Buongiorno Ceramica 2021 sarà al centro del progetto che andremo a costruire ma già dalla prossima settimana l’AiCC-Associazione Italiana Città della Ceramica si riunirà nei suoi organismi dirigenti per costruire un primo progetto. Abbiamo la voglia, la curiosità e la necessità di condividere questo progetto con altri soggetti, i nostri compagni di strada che ci hanno affiancato in questi anni. Partendo dai partner di Mater Ceramica, da Confindustria Ceramica al Museo Internazionale della Ceramiche per coinvolgere poi il sistema dell’associazionismo di categoria. L’idea è quella di allargare a una serie di soggetti che ci possono aiutare a costruire il progetto più incidente possibile, che tenga insieme da un lato la promozione, attraverso evento reali, che succederanno in Italia, dall’altro la comunicazione attraverso piattaforme e strumenti digitali, mettendo a valore il progetto straordinario che abbiamo intrapreso con Buongiorno Ceramica 2020 Edizione Straordinaria”.

Più informazioni su