Quantcast

Nasce il progetto Vive Ravenna Live per incentivare l’attività di intrattenimento nel Centro Storico

Si è svolta oggi, venerdì 24 luglio, la conferenza stampa del progetto VIVE RAVENNA LIVE per incentivare i piccoli trattenimenti per i Pubblici Esercizi del Centro Storico di Ravenna. “È un’idea che nasce dall’impossibilità di svolgere, a causa dei protocolli di sicurezza per l’emergenza sanitaria, gli eventi pubblici di piazza che tanto impreziosivano ed animavano il nostro Centro Storico; – dice Riccardo Ricci Petitoni, referente per il Centro Storico di Confesercenti Ravenna (a destra nella foto) – non ci siamo comunque dati per vinti ed insieme al sindacato Assoartisti Romagna e l’importante compartecipazione del Comune di Ravenna abbiamo dato vita a questo meccanismo che consente ai pubblici esercizi del Centro Storico di recuperare il 50% delle spese di organizzazione dei piccoli trattenimenti nelle loro pertinenza fino ad un massimo di 250 euro per ciascun evento. Ogni Pubblico Esercizio può candidarsi per un massimo di due trattenimenti, ma è anche possibile presentare candidature aggregate di piazza e di via, con un finanziamento sempre del 50% ma con un limite massimo di 1.250 euro.”

Le candidature sono aperte da oggi fino al 9 agosto per la “finestra” estiva che comprende agosto e metà settembre, e fino al 23 settembre per la “finestra” autunnale che va da metà settembre a fine ottobre, data nella quale terminano anche gli ampliamenti di suolo concessi agli esercenti. L’iniziativa è targata Confesercenti ed Assoartisti “ma è ovviamente aperta a tutti i Pubblici Esercizi del Centro Storico, unica discriminante è avere a disposizione almeno 25 metri quadrati di pertinenza esterna utilizzabile” aggiunge Ricci Petitoni.

“Un’iniziativa importante per gli esercizi e l’animazione del Centro Storico” chiosa Roberto Bertozzi, presidente neoeletto di Assoartisti Romagna “ma significativa anche per il comparto artistico, pesantemente colpito dal blocco degli eventi. Uno strumento con cui dare letteralmente voce ed opportunità ad una categoria, anche attraverso un ingaggio equo e regolare. Un ringraziamento va quindi anche al Comune di Ravenna che attraverso questo progetto sostiene sia le aziende sia l’arte.”

Regolamento e moduli di candidatura sono già presenti sulle pagine Facebook di Confesercenti Ravenna ed Assoartisti Romagna nonché, a partire da lunedì, anche sui rispettivi siti.

IL PROGETTO “VIVE RAVENNA LIVE” IN DETTAGLIO

Causa emergenza sanitaria Covid-19 e relativi protocolli di sicurezza, non è possibile per questa stagione estiva lo svolgimento delle consuete rassegne nelle pubbliche piazze del Centro Cittadino. Il presente progetto si prefigge invece di incentivare lo svolgimento, nel rispetto dei protocolli, dei Piccoli Trattenimenti (di seguito PT) presso presso le proprie pertinenze esterne, attraverso un meccanismo con cui il Comune di Ravenna, tramite un soggetto capofila, compartecipa ai costi di organizzazione degli stessi.

Il progetto si propone:

  • di incentivare l’animazione e la promozione del Centro Storico, attraverso la possibilità offerta dai Piccoli Trattenimenti (PT), nonostante le restrizioni di sicurezza che impediscono lo svolgimento delle consuete rassegne estive;
  • di supportare economicamente i Pubblici Esercizi, in un frangente critico come l’attuale;
  • di supportare il comparto artistico, anch’esso messo in grave difficoltà;
  • di promuovere presso SIAE una convenzione per ottenere un regime tariffario più favorevole, in forza dell’incentivo allo svolgimento dell’attività musicale, qualora fosse utilizzati per PT presso i locali.

La gestione dell’iniziativa sarà affidata a S.I.CO.T. Srl, società di servizi di Confesercenti, che si occuperà degli iter burocratici e della rendicontazione, in co-organizzazione con Confesercenti Ravenna e l’Associazione degli Artisti Romagna APS (Assoartisti Romagna) oltre che con i soggetti esplicitati al punto 11.

1. Gestione organizzativa

Promozione: il progetto viene pubblicizzato, unitamente al regolamento di partecipazione per i PE elaborato sui contenuti della presente. Candidature: viene avviata una finestra per le candidature per ciascun cluster, dove i candidati vengono ordinati secondo i criteri di priorità, fino all’esaurimento del budget previsto dal cluster. Alla chiusura della finestra è comunque possibile candidarsi nel caso non fosse esaurito il budget destinato. Selezione: in caso di sovrannumero di richieste rispetto al budget previsto, viene effettuata una selezione in base ai criteri di priorità stabiliti. Al termine di questa fase vengono comunicati all’Amministrazione i soggetti selezionati che compartecipano quindi alla rendicontazione come da punto 11. Rendicontazione: ai selezionati è richiesta la rendicontazione come da punto 9.

2. Calendarizzazione dell’iniziativa

Viene fissato un massimo di n° 40 PT finanziabili, da ripartire in due cluster con le seguenti caratteristiche: 1° cluster: 1° Agosto – 16 Settembre. Candidature dal 24/07 al 4/08. Selezione entro 6/08. Max 3/5 del budget cofinanziato; 2° cluster: 17 Settembre – 31 Ottobre. Candidature dal 24/07 al 23/09. Selezione entro 25/09. Max 2/5 del budget cofinanziato.

3. Contributo richiesto in compartecipazione

€ 6000,00 per un totale rendicontato dai soggetti pari ad almeno € 12000,00 (budget totale).

4. Modalità di contributo ai selezionati

50% delle spese finanziabili fino ad un massimo di € 250,00 al netto dell’IVA per singolo PT ; contributo massimo per progetti aggregati: € 1250,00 sul totale, comunque non superiore al 50% delle spese finanziabili.

5. Spese rendicontabili

Compensi artisti (da ingaggiare tramite esclusivamente tramite messa in regola e relativa agibilità) ; messa in regola ed agibilità Ex ENPALS ; direzione artistica ; service ; SIAE, qualora prevista.

6. Requisiti di candidatura

Essere un Pubblico Esercizio situato nell’ambito del Centro Storico di Ravenna ; avere una pertinenza esterna, su area privata o pubblica, di almeno 25 m2 , salvo richieste di deroga documentate che non riguardino in ogni caso PT musicali ; dichiarare di svolgere il PT nel rispetto delle norme relative come da Delibera di Giunta Comunale 34403/112, delle norme sull’inquinamento acustico e dei protocolli di sicurezza SARS-CoV-2.

7. Modalità di candidatura

Candidatura singola od aggregata da parte dei PE da inviare al recapito indicato insieme alla: data prevista di svolgimento del PT ; artisti coinvolti con relativa bio ; costo preventivato come da “spese finanziabili”. Le attività artistiche candidabili sono quelle esplicitate dalla Delibera di Giunta Comunale 34403/112 del 18/03/2014, quindi in primis rappresentazioni musicali ma anche qualsiasi altra forma artistica in cui il pubblico assiste in forma prevalentemente passiva, fermo restando il rispetto dei protocolli regionali di contenimento di SARS-CoV-2.

8. Modalità di selezione

I progetti saranno accolti in ordine cronologico fino ad esaurimento delle risorse disponibili nel cluster. In caso di esubero di candidature, verrà stilato un ordine di priorità basato rispettivamente: candidature aggregate (in questo caso saranno valutare le candidature che presentano un profilo di unitarietà, che quindi coinvolgono contesti comuni e riconoscibili) ; PT svolti nelle serate del Mercoledì e del Venerdì (1° cluster) ; PT svolti nelle serate del Venerdì, del Sabato e in occasione di eventi speciali appositamente indicati (2° cluster) ; coinvolgimento di artisti con repertorio e/o opere originali ;

9. Modalità di ingaggio

Il PE può optare, per l’organizzazione: sulle direzioni artistiche convenzionate nel progetto, in tal caso l’esercente entro 15 giorni trasmette al soggetto capofila la fattura ricevuta dalla direzione artistica e le eventuali spese aggiuntive sostenute. Il rimborso è disposto entro 90 giorni dalla ricezione della rendicontazione ; sull’ingaggio diretto: il selezionato entro 15 giorni trasmette al soggetto capofila le fatture sostenute relative ai costi.Il rimborso è disposto entro 90 giorni dalla ricezione della rendicontazione.

10. Oneri relativi alla promozione ed alla gestione dell’iniziativa

È previsto l’utilizzo di una parte delle risorse per oneri relativi alla gestione ed alla promozione da parte del capofila, in misura massima del 5% del budget totale, i quali saranno parimenti rendicontati.

11. Gestione amministrativa e contabile

In quanto il soggetto capofila effettua la cernita delle varie rendicontazioni dei singoli PT, si chiede a codesta amministrazione: che in fase di rendicontazione siano cumulabili le spese documentate da parte dei selezionati al progetto, con la seguente modalità: entro il 20 Agosto per il 1° cluster il soggetto capofila comunica all’Amministrazione comunale la lista dei soggetti selezionati, che compartecipano alle spese e che concorrono alla rendicontazione ; entro il 6 Ottobre per il 2° cluster il soggetto capofila comunica all’Amministrazione comunale la lista dei soggetti selezionati, che compartecipano alle spese e che concorrono alla rendicontazione. Al termine del 1° cluster (16 Settembre) sia possibile una rendicontazione parziale ad essa relativa (con impegno di presentarla entro il mese di Settembre) con l’erogazione di una prima tranche di compartecipazione, in modo da erogare il contributo ai selezionati entro 90 giorni dal ricevimento delle loro documentazioni (termine minimo fine ottobre). Al termine del 2° cluster, a fronte di un impegno a presentare la rendicontazione consuntiva entro il 23 Novembre, sia possibile l’erogazione della seconda tranche di compartecipazione entro metà Dicembre. I documenti oggetto di rendicontazione riguarderanno in ogni caso: fatture (relative ai servizi di Direzione artistica, Service, SIAE, competenze relative ai servizi di messa in regola degli artisti) ; cedolini (relativi agli ingaggi ed all’Agibilità Ex ENPALS ; note contabili (relative alla quantificazione dei costi totali, comprensivi degli oneri contributivi, degli ingaggi). Si dichiara infine che per la suddetta progettualità saranno richiesti ai candidati, come già esplicitato al punto 6, una dichiarazione in merito al rispetto dei protocolli di contenimento dell’epidemia SARSCoV-2, nonché delle norme in materia di Piccoli Trattenimenti ed inquinamento acustico. Il soggetto capofila declina in ogni caso ogni responsabilità derivanti dal mancato rispetto delle suddette, le quali riguardano singolarmente i candidati dichiaranti.

ASSOARTISTI

Il sindacato ASSOARTISTI nasce per la prima volta nel 1994 per iniziativa della Confesercenti Emilia-Romagna, grazie all’interessamento di un gruppo di artisti per offrire un coordinamento a tutti gli operatori dello spettacolo. Assoartisti è oggi attiva a livello nazionale e prevede diversi distaccamenti locali in tutta Italia. L’Associazione degli Artisti Romagna viene fondata come associazione di promozione sociale a maggio 2019 per supportare le iniziative in ambito artistico di musicisti, cantanti, attori, danzatori, scrittori, poeti, fotografi, performer, artisti di arti visive, artisti di strada, circensi, sarti, registi, illusionisti e chiunque operi nel vasto e vario mondo dell’Arte.

Perché Assoartisti: per dare insieme più forza e visibilità alle legittime richieste delle categorie coinvolte, affinché il lavoro degli operatori dello spettacolo possa acquisire più dignità ed avere una migliore prospettiva contrattuale e previdenziale ; per costituire un gruppo organizzato che possa proporsi alle imprese interessate in un’ottica di positivo incontro fra domanda ed offerta, e costruire insieme sinergie di matrice artistica ; per creare una rete di professionisti ed amatori che includa tutte le arti ; per ideare e produrre una pubblicità e promozione degli associati-affiliati sia verso gli esercenti che verso le associazioni di promozione territoriale e le Amministrazioni ; per valutare insieme proposte artistiche per eventi e manifestazioni locali e non ; per elaborare una consulenza dedicata alla categoria (organizzativa, amministrativa e burocratica) ; per godere della scontistica e delle convenzioni riservate ai soci Confesercenti.