Entroterre Food Festival approda a Riolo Terme: viaggio reativo tra cibo, musica e immagini

Più informazioni su

Ne rimase colpito anche il grande maestro cinematografico Mario Monicelli. E non fu l’unico. Le argute e divertenti novelle seicentesche di Bertoldo hanno acceso la fantasia di molti artisti. Lunedì 3 agosto, alla Rocca di Riolo (RA), Entroterre Festival, in collaborazione con la Società Cooperativa Sociale Atlantide, porta in scena uno spettacolo frizzante. Un vero e proprio viaggio creativo tra cibo, musica e immagini dipinte con gli ingredienti più poveri della cucina e della tradizione novellistica e musicale contadina.

Così solea dir il mio Bertoldo è il titolo della serata che vedrà la performer e cantante poliedrica Alessia Arena accanto a I Bassifondi, power trio barocco davvero unico – formato dal direttore Simone Vallerotonda (tiorba, chitarra e direzione), da Stefano Todarello (colascione, chitarra battente) e Gabriele Miracle (percussioni) – che propone la musica del XVII e XVIII secolo per liuto, arciliuto, tiorba e chitarra barocca, con l’accompagnamento del “basso continuo”, capaci di scuotere gli ascoltatori. Come nel caso del loro primo album “Alfabeto falso” che ha proposto un repertorio per chitarra barocca ricco di stravaganze armoniche, l’alfabeto falso appunto, paragonabile al jazz moderno. Protagonista della narrazione musicale, dal divertimento assicurato, è Marcolfa, una donna “semplice, di montagna”, ma arguta e intelligente, che traghetta il pubblico tra “detti morali e sentenze argute” nell’intramontabile saggezza popolare del suo defunto marito Bertoldo. Una narrazione antica dal sapore moderno, come moderna ed audace è la rivisitazione del “cibo grosso e pane mesturato”, caratteristico della semplice tavola di Bertoldo, che sarà realizzata dalla Chef ed artista Fabrizia Ventura.

Così solea dir il mio Bertoldo è ispirato alla novella Cacasenno figliuolo del semplice Bertoldino, a firma di Camillo Scaligeri Dalla Fratta, pseudonimo del compositore bolognese Adriano Banchieri (1568-1634). Tale novella fu, nel 1620, aggiunta al ben più noto testo di Giulio Cesare della Croce, ispirazione per molti registi cinematografici del secolo scorso, tra i quali, appunto, il Maestro Mario Monicelli.

A fondersi con la narrazione in musica dal sapore antico intrisa d’ironia divertita dei tempi moderni, sarà il gusto, presentato con una performance unica nel suo genere in “action cooking painting” eseguita dalla Chef Designer Fabrizia Ventura. Un’azione, pittorica che si rifà al filone dell’action painting e dell’astrattismo lirico ma che usa gli ingredienti e le ricette storiche come colori di un’opera astratta ripercorrendo le note della narrazione in 4 tele. Ogni tela un colore, ogni colore, una ricetta che verrà raccontata dalla chef e potrà essere degustata dai presenti.

Un, progetto di diffusione del gusto ad alto valore culturale che rientra tra le tappe di Entroterre Food Festival.

ENTROTERRE Food Festival – cultura diffusa del food, è un progetto creato e curato da Fabrizia Ventura Project & Communication Manager Entroterre. Un brand che nasce con l’intento di unire la cultura della musica, protagonista di Entroterre Festival, alla cultura del cibo. L’obiettivo è quello di arricchire il programma del festival con progetti degustativi culturali e di dare vita al più grande evento enogastronomico itinerante, che valorizza la storia, la cultura, le tradizioni e i prodotti del territorio dell’Emilia e della Romagna, con lo sguardo del gusto rivolto al patrimonio italiano da nord a sud.

Il festival è patrocinato dall’APCI Associazione Professionale Cuochi Italiani, da APCI CHEF ITALIA – Squadra Nazionale Chef APCI – la rivista L’arte in cucina, Partner tecnici Idea in Cucina e Circuito da Lavoro, azienda tutta made in Italy per l’abbigliamento da lavoro e che creerà gli abiti di scena dei musicisti oltre che alle divise degli chef.

Il gusto di conoscere il territorio in un festival di sapori e tipicità che affondano le proprie radici nella cultura, una cultura in cui anche l’enogastronomia gioca un ruolo primario di espressione delle comunità in un desiderio diffuso di convivialità, condivisione di esperienze, buon vivere. Nello specifico, la produzione dell’edizione 2019, “nobili spettatori” ha costituito il primo armonico esperimento di gusto che ha dato il via alla nascita di Entroterre Food Festival.

Per questa edizione, ENTROTERRE Food Festival sarà presente con intermezzi di cultura del food, in 4 eventi – voci del Delta 18 luglio – con una degustazione Ispirata alla cucina con il sale dell’antica Roma. Il 25 luglio a Bologna . Cortile del teatro del Baraccano con un intervento gastronomico in Due bocconi con Rossini, il 3 agosto in Così Bertoldo e l’8 agosto in Nobili spettatori.

CHEF TEAM

Fabrizia Ventura Executive Chef Entroterre Food

Luca Malacrida Capitano APCI CHEF ITALIA

Michele Cocchi – Executive Chef Idea in Cucina

Tenuto conto delle misure di sicurezza anti-Covid, è consigliata la prenotazione.

Ingresso € 10,00 (concerto e degustazioni)

Ingresso ridotto 8,00 (under 25, over 65)

Per info e biglietti:

tel. 0522.304.490

info@entroterrefestival.it

biglietteria@entroterrefestival.it

Più informazioni su