La Rosa della Milanesiana di Riviera: inaugura l’opera donata da Marco Lodola alla città di Cervia

La collaborazione tra il Festival La Milanesiana, ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi, e la Regione Emilia-Romagna, si arricchisce di una grande anteprima. Oltre alle quattro serate del festival nella regione, dal 3 al 6 agosto, La Milanesiana lascerà un segno artistico permanente con l’installazione a Cervia dell’opera La rosa della Milanesiana di Riviera dell’artista Marco Lodola, creata in esclusiva per accendere i colori della Milanesiana, tema dell’edizione di quest’anno.

L’opera, realizzata da Lodola per la Fondazione Elisabetta Sgarbi, sarà donata alla Regione Emilia-Romagna e al Comune di Cervia in occasione del primo viaggio della Milanesiana nella regione. La scultura luminosa è alta tre metri, in metallo e led, e ripropone le tecniche che hanno reso iconico nel mondo il lavoro di Lodola. L’inaugurazione è prevista per giovedì 6 agosto alle 20 alla Rotonda I Maggio, con interventi di Elisabetta Sgarbi e dell’autore Marco Lodola, oltre ai saluti istituzionali di Massimo Medri e Andrea Corsini.

“Ho già avuto l’onore di partecipare alla Milanesiana nella precedente edizione collocando ad Alessandria la scultura dedicata ad Umberto Eco. Rincorrevo da tempo la possibilità di reinterpretare la famosa rosa del logo della Milanesiana disegnata da Franco Battiato e ringrazio Elisabetta Sgarbi per avermi dato questa opportunità”, ha dichiarato l’autore, Marco Lodola.

“In occasione della Milanesiana in Emilia-Romagna, Marco Lodola (già autore del monumento di Umberto Eco ad Alessandria) ha pensato, per la città di Cervia, città dei fiori e dei colori, una scultura, dell’altezza di tre metri. Una rosa elettrica, che si accende (con un timer) al ritmo della musica degli Extraliscio, simbolo della Milanesiana, disegnata da Franco Battiato. E la Fondazione Elisabetta Sgarbi, con la Regione Emilia- Romagna, ha deciso di farne dono alla città di Cervia”, ha commentato Elisabetta Sgarbi, Direttore Artistico La Milanesiana.

Anche il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ha affermato: “Grazie a Elisabetta Sgarbi per questo dono che sottolinea ancora una volta il profondo legame che la unisce all’Emilia-Romagna e ai suoi cittadini. La luce della Rosa di Marco Lodola sarà per noi un simbolo di rilancio e rinascita che da Cervia, dove verrà installata, illuminerà il cuore della Romagna e idealmente tutto il territorio regionale. E sarà anche un messaggio di bellezza che ci accompagnerà in questo momento delicato e difficile, come solo l’arte può fare, spingendoci a guardare avanti con fiducia”.

“La donazione da parte della Fondazione Elisabetta Sgarbi della magnifica Rosa di Marco Lodola alla città che ospiterà l’ultima tappa della Milanesiana 2020 suggella quel patto di amicizia e collaborazione in virtù del quale la manifestazione ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi approderà nella nostra regione – ha dichiarato Andrea Corsini, assessore a mobilità e turismo della Regione -. Le giornate romagnole della Milanesiana saranno uno dei simboli della ripartenza. L’auspicio è che segnino l’inizio di una collaborazione che possa durare nel tempo.”

Conclude il sindaco di Cervia, Massimo Medri: “Cervia è famosa in tutto il mondo per essere la ‘Città Giardino’ e qui certamente potrà trovare una splendida collocazione la Rosa di Marco Lodola, un’opera dal grande fascino, che ben si sposa con la nostra Località. Ringrazio per questo dono Elisabetta Sgarbi, aspettando di ringraziarla di persona quando ci incontreremo in occasione della serata dedicata alla Milanesiana. Sarà anche una occasione per rafforzare nuovamente il legame che la nostra città ha sempre avuto con Milano e le sue grandi personalità.”