A Marina Romea proseguono le albe musicali: domenica appuntamento con le FemmeFolk

Domenica 9 agosto alle ore 5.30 presso il Bagno Corallo Beach di Marina Romea avrà luogo un’alba musicale con le FemmeFolk. Quattro donne con i propri strumenti: Donatella Antonellini, organetti, chitarra, voce e composizione, Nicoletta Bassetti, violino , viola e voce, Valeria Cino, contrabbasso e Caterina Sangiorgi, flauti e voce.

Le FemmeFolk

Provengono da Ravenna, ma la loro musica ha un orizzonte piu ampio che a loro piace definire “musica dal Pianeta Terra”: uno spazio di connessione tra suoni e terra che trae origine dalla musica popolare francese, ma che intende valicare i confini tra generi folk, rock, pop, jazz, soprattutto attraverso la scelta dell’organico e la caratterizzazione degli arrangiamenti.
Il repertorio comprende, nell’ambito della musica popolare, brani antichi, contemporanei e composizioni originali. La scelta stilistica di mescolare strumenti classici ad uno strumento popolare come l’organetto, e stata la sintesi delle affinita di gusto tra le componenti del gruppo: un’atmosfera morbida ed elegante, quasi un velluto, su una base esecutiva decisa in cui risalta il divertimento del fare musica insieme.
Il pianeta musicale FemmeFolk e sempre stato ed e aperto ad incontri e collaborazioni. Molti di essi sono stati particolarmente piacevoli, stimolanti, produttivi e di studio, dando cosi vita ad alcuni arrangiamenti a cui il gruppo e il loro pubblico sono particolarmente affezionati: ad esempio l’abbraccio tra una suite di Gighe irlandesi e i Jethro Tull, una mazurka francese e De Andre. FemmeFolk ha ospitato tra le note musicisti come Roberto Bartoli, Dimitri Sillato, Riccardo Tesi, “Ciuma” Stefano Del Vecchio dei Bevano Est, Luisa Cottifogli, Filippo Gambetta, Luca Rampinini.

Un mare di solidarietà

Grazie alla collaborazione col Corallo, le musiciste suoneranno a favore della Onlus Piccoli Grandi Cuori,adottata da Marina Romea da svariati anni da un’idea della poetessa ravennate Livia Santini. Le albe, che fanno parte della rassegna Un mare di solidarietà, nelle sue passate edizioni ha permesso di contribuire all’acquisto di uno strumento di precisione già in uso nel reparto e partecipa al ‘Progetto Pareti’ per portare ‘bellezza’ nei luoghi di cura: una storia a disegni studiata dalla Onlus che con i suoi 380 mq di colore rende l’ospedale un luogo più accogliente, che gioca con i piccoli pazienti, distraendoli dalle cure invasive e lunghe, contribuendo al benessere di genitori, operatori e sanitari che vivono e lavorano in un ambiente totalmente rinnovato.“