Quantcast

Tagliaferri (Fdi) in difesa dei lavoratori autonomi spettacolo: “Regione preveda ammortizzatori sociali”

Il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi) è intervenuto in difesa degli operatori autonomi dello spettacolo che “devono poter accedere alle indennità previste per fronteggiare gli effetti occupazionali dell’emergenza da Coronavirus e la Regione deve intervenire perché ciò accada. Alcuni lavoratori autonomi dello spettacolo non hanno potuto accedere all’indennità succitate, relative all’emergenza da COVID-19, previste per i mesi di marzo, aprile, maggio, perché le società per cui hanno lavorato, in evidente difficoltà economica, hanno rateizzato i versamenti dei loro contributi, ritardando o omettendo la comunicazione delle loro giornate per l’anno 2019: nonostante, quindi, nel 2019 gli autonomi abbiano fatturato alle suddette società, il rateizzo dei contributi loro spettanti, da parte dei committenti, ha fatto sì che non risultasse il numero di giornate (30 e 7) di lavoro previste dai decreti citati per accedere alle indennità per l’emergenza da COVID-19; sarebbe quindi opportuno attivare un sistema di controlli incrociati da parte dell’Agenzia delle Entrate per appurare l’effettiva fatturazione emessa, nell’anno in questione, dalla succitata categoria”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’amministrazione regionale “se non ritenga di adottare opportune iniziative di competenza al fine di consentire anche ai lavoratori autonomi dello spettacolo citati in premessa di accedere alle indennità relative all’emergenza da Covid-19”.