Alla Bottega Matteotti di Bagnacavallo la mostra “Kinderkampf” del russiano Walter Reggiani

S’intitola Kinderkampf la mostra in vetrina presso la Bottega Matteotti di Bagnacavallo, che propone fino al 2 ottobre le opere grafiche di Walter Reggiani. Il progetto Kinderkampf nasce da un’analisi dedicata all’evoluzione della società, alle nuove dinamiche familiari e ai nuovi mezzi di intrattenimento. Prende come riferimento il fanciullo, che simboleggia la nascita, lo sviluppo e la formazione di un nuovo uomo. L’immagine di questi fanciulli viene disumanizzata, svuotata dei propri canoni innocenti dell’essere bambini, per tradursi in una sorta di mutanti tecnologici, senza più una vera identità, perduta prima ancora di cominciare a formarsi, perché costretti dal mondo contemporaneo a deformare la natura umana. Bottega Matteotti è in via Matteotti 26 a Bagnacavallo.

Nato e cresciuto a Russi, Walter Reggiani si presenta al pubblico dal 2006 partecipando a concorsi, mostre collettive e personali. Dal 2008 frequenta la scuola d’arte Ramenghi a Bagnacavallo, dove ha affinato le capacità pittoriche e appreso le tecniche dell’incisione. Tra il 2010 e il 2014, ispirato dai romanzi di Eraldo Baldini, affronta la tematica del “Gotico rurale”, indagando gli aspetti che l’essere umano cela a sé stesso. Dal 2014 a oggi analizza l’evoluzione dei rapporti interfamiliari e in particolare l’interazione del fanciullo con la società.

Kinderkampf fa parte di Bottega Matteotti: Arte in vetrina, spazio espositivo permanente curato da Andrea Tampieri, artista e insegnante di discipline artistiche di Bagnacavallo. Le mostre sono curate dall’associazione culturale Controsenso in collaborazione con Bottega Matteotti, con il patrocinio del Comune.