Via Gulli a Ravenna “Cittadella della street art”. Conclusa la VI Edizione del Festival Subsidenze foto

Si è conclusa la VI Edizione del Festival Subsidenze, promossa e curata dall’Associazione Culturale Indastria, cofinanziata dal Comune di Ravenna – assessorato alle Politiche giovanili. Il Festival si è svolto dal 22 al 30 settembre 2020, grazie anche al gemellaggio tra il Comune di Mantova e quello di Ravenna per il progetto denominato “Virgilio e Dante 4.0, nuove storie antichi a maestri”.

Subsidenza, per l’edizione 2020, ha operato in via Gulli 249, dove l’anno scorso Ericailcane e Bastardilla hanno dipinto l’ingresso di quella che diventerà la “Cittadella della street art”. Quest’anno sono state realizzate 5 nuove pareti, dipinte dagli artisti Zed1, Millo, Biancoshock, Luogo Comune con anche un’installazione temporanea dell’artista LABADANzky.

L’iniziativa è parte della cooperazione tra i Comuni per lo sviluppo e la diffusione di interventi di innovazione sociale giovanile, promosso da Anci e Presidenza del Consiglio dei Ministri: in particolare per Ravenna la collaborazione è con l’assessorato alle Politiche giovanili, associazione Almagià, Norma, E Società Cooperativa e Indastria.