Direzione Regionale Musei E-R lancia il nuovo progetto di raccolta foto e video dei paesaggi culturali e naturali del territorio

La Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna partendo dalla Giornata Nazionale del Paesaggio del 14 marzo, istituita dal Ministero nel 2016 per promuovere la cultura del paesaggio in tutte le sue forme e sensibilizzare i cittadini sui temi ad essa legati, ha deciso di promuovere un’azione comune di raccolta di testimonianze di foto e video per individuare i paesaggi culturali, patrimoni di natura, di memoria e ambiti di vita dei nostri siti museali.

“Una “chiamata” ai cittadini – commenta il Direttore Cozzolino – ad aprire i cassetti della memoria e a segnalare e inviare testimonianze, immagini e video dei paesaggi vissuti e rappresentati, che come il tempo, offrono la possibilità di diverse interpretazioni, contengono trame ed esprimono le singole visioni del mondo nella loro complessità”.

In particolare, i siti culturali interessati dal progetto sono i seguenti:

  • Abbazia di Pomposa, Codigoro (FE)
  • Area archeologica ed Antiquarium di Veleia romana, Lugagnano Val d’Arda (PC)
  • Castello di Torrechiara, Langhirano (PR)
  • Castello e rupe di Canossa, Canossa (RE)
  • Castello di Malaspina di Bobbio (PC)
  • Complesso di Torre Jussi, Castel D’Aiano (BO)
  • Fortezza di San Leo, San Leo (RN)
  • Mausoleo di Teodorico (RA)
  • Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” e area archeologica di Kainua, Marzabotto (BO)
  • Museo Archeologico Nazionale di Ferrara
  • Museo Archeologico Nazionale, Sarsina (FC)
  • Villa Romana di Russi (RA)

“Ai partecipanti si propone di condividere con questa Direzione un pezzo della loro memoria – continua il Direttore – una foto, un video, un ricordo che possa diventare parte del patrimonio collettivo del racconto dei siti culturali coinvolti e contribuire all’immissione in patrimonio di nuove testimonianze”.

Le comunità e tutti i cittadini sono dunque invitati a trasmettere foto che ritraggono i luoghi della cultura suindicati all’interno del loro contesto paesaggistico. Foto di viaggi, di ricordi, di scavo, di personaggi che saranno raccolti per creare un archivio partecipato sulla memoria dei paesaggi culturali.

I file potranno essere inviati fino al 14 ottobre 2021 alla casella di posta istituzionale dedicata drm-ero.giornatapaesaggio@beniculturali.it e non dovranno superare le dimensioni di 15 MB.

Gli autori – informano dalla Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna – si impegneranno a fornire le immagini con licenza CC0 Creative Commons, che permetterà alla Direzione di utilizzarle in futuro con l’obbligo di citarne l’autore; in questo modo le immagini entreranno a far parte dell’archivio fotografico della Direzione e saranno pubblicate sui canali social istituzionali della stessa per promuovere la conoscenza dei nostri luoghi della cultura.

“Un’opportunità – conclude il Direttore Cozzolino – per far scoprire al più ampio pubblico le bellezze del territorio regionale, per custodirne la memoria e tramandarla, un’occasione di riflessione sul cosiddetto ‘paesaggio percepito’, quel filtro esclusivo ed insondabile con cui ognuno di noi vive nel Paesaggio e se lo porta nel cuore”.